© Will Marlow/Flickr

Pesare bene le parole, cercare di mettersi nei panni di chi ascolta e, soprattutto, tanta preparazione. Sono solo alcuni dei consigli che emergono workshop Public speaking. L’arte del comunicare , giornata conclusiva del ciclo di incontri promossi da Vodafone Italia e l’associazione Young Women Network. L’evento, che aveva l’obiettivo di rendere le giovani donne più consapevole di sé e delle proprie risorse in ambito lavorativo, ha fatto emergere alcuni spunti utili anche per l’altro sesso. Saper parlare in pubblico in modo efficace, infatti, è un arte che non deve riguardare solo le donne, ma anche gli uomini.

“Il public speaking non è un dono, ma un’abilità su cui lavorare, investire tempo”, ha affermato nel corso del convegno Benedetta Arese Lucini, general manager per l’Italia di Uber, che ha portato la propria esperienza professionale, sottolineando come sia molto importante saper parlare “più con la testa che con la pancia”, pesando bene le parole. Dopo l’intervento di Arese Lucini è stata la volta di Nicola Bonaccini, esperto in Media traning e Public speaking, che ha sottolineato come si debba lavorare su due piani per essere efficaci: “abilità personali e tattiche retoriche. Bisogna essere people-oriented, non topic-oriented”. I suoi consigli si possono riassumere in questi sette punti: