44,3 miliardi di dollari, il valore del brand Google

Ma quanto vale un marchio? Quello di Google, il più prezioso al mondo, ben 44,3 miliardi di dollari, a fronte di una capitalizzazione di Borsa di circa 186 miliardi. A dirlo è Global 500, la classifica di Brand Finance che mette in fila le 500 aziende più importanti al mondo, sulla base del valore del loro brand. Nell’edizione 2011 la novità più interessante, arriva subito, con la testa della classifica conquistata dal colosso di Mountain View a scapito di un altro gigante a stelle e strisce, attivo questa volta nella distribuzione, Wal Mart, che oltre a perdere la testa, scivola anche in terza posizione. Al secondo posto, nel 2010 occupato da Google, troviamo Microsoft, forte di un brand valutato 42,8 miliardi di dollari. Quindi Wal Mart, davanti a Ibm e Vodafone, l’unico marchio non statunitense in top ten. Per Apple, solo l’ottava posizione. Tra le curiosità da notare l’uscita tra i primi 10 dieci di un brand storico, a lungo il numero uno, Coca Cola, che oggi viene valutato solo 25,8 miliardi di dollari e il caso vertiginoso di BP, che in un anno ha perso ben 53 posizioni. Ma anche l’ingresso di Facebook, alla posizione numero 285 con un brand valutato 3,7 miliardi di dollari.

E l’Italia? Tra le prime 500, solo nove sono le aziende nelle quali sventola il tricolore. Per trovare la prima bisogna scorrere a lungo la classifica, fino alla 96esima posizione, dove troviamo, con un brand da 9,5 miliardi di dollari, Generali. La seconda italiana è Telecom, 110, con un brand dal valore stimato in 8,31 miliardi di dollari; quindi Enel (138 con 6,75 miliardi di dollari), Unicredit (142 con 6,62 miliardi di dollari), Eni (176 con 5,57 miliardi di dollari), Fiat (194 con 4,45 miliardi di dollari) Hypo Vereinsbank del gruppo Unicredit (224 con 4,45 miliardi di dollari) e Agip (461 con 2,40 miliardi di dollari). Chiude la classifica delle italiane Luxottica alla posizione numero 477.

Scarica la classifica dei primi 100