Europa: pubblicità in ripresa

Sarà un anno complesso, ma di recupero, per il mercato pubblicitario televisivo europeo secondo le ultime previsioni di Ampere Analysis. Nell’anno fiscale 2020 i ricavi pubblicitari televisivi in Europa occidentale hanno visto una flessione del 15% nei suoi mercati chiave, fermandosi a quota 16 miliardi di euro. L’ultimo trimestre, però, ha visto recuperare sulle previsioni del terzo: sebbene la seconda ondata pandemica preoccupi la ripresa dell’economia, “il mercato ha mostrato resilienza nel trimestre (l’ultimo del 2020, ndr .)”. Secondo Ampere, infatti, il mercato dovrebbe crescere quest’anno del 9,3% per raggiungere i 17,5 miliardi di euro. Siamo ancora lontani, però, dai numeri pre-Covid: 18,7 miliardi nel 2019. Per quanto riguarda i singoli Paesi, l’Italia dopo un -14% nel 2020 (dato stimato dalla società di ricerca) dovrebbe registrare una crescita dell’8,1%. La Spagna dovrebbe crescere del 7,1%, il Regno Unito dell’11,5%, la Scandinavia dell’8,7%, la Francia del 10,2% e la Germania dell’8.3%.