Videogame, Sony risponde a Microsoft: 3,6 miliardi di dollari per Bungie

Un’altra scossa nel mercato videoludico internazionale. Dopo la mega acquisizione di Activision-Blizzard da parte di Microsoft, Sony ha messo le mani sull’intero capitale di uno degli sviluppatori di giochi più rinomati: Bungie, la società che ha prodotto l’iconico franchise di Xbox Halo (oggi in mano a 343 Industries) e Destiny, si unirà alla famiglia Playstation.

L’operazione, condotta attraverso la controllata Sony Interactive Entertainment (Sie) e del valore complessivo di 3,6 miliardi di dollari, non è solo economicamente rilevante – anche se decisamente inferiore all’acquisizione di Activision-Blizzard – ma anche simbolica: anche se uscita dall’orbita Microsoft ormai da tempo, Bungie, è stata un pilastro per la diffusione della console Xbox.

Quale sarà il futuro di Bungie è stato ben definito dal presidente e Ceo di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, lo sviluppatore di videogame resterà uno studio e un editore indipendente e multipiattaforma , aperto quindi anche alla concorrenza.