Con l’acquisto di Emi, Sony si aggiudica due milioni di titoli in più

A distanza di quasi 30 anni dall’acquisto dell’impero della Columbia Pictures, Sony mette a segno un altro colpo da maestro: per 1,9 miliardi di dollari (pari a circa 1,6 miliardi di euro), si aggiudica il 60% di Emi, la seconda casa editrice musicale più grande al mondo con un giro di affari di 663 milioni di dollari, diventandone di fatto la proprietaria. Grazie a questa acquisizione, il colosso giapponese dell'intrattenimento controllerà due milioni di titoli in più, che andranno ad aggiungersi a un archivio già ampiamente fornito, composto da 2,3 milioni di titoli. Grandi classici come “Over the rainbow” e i brani dei Queen, ma anche le canzoni di artisti più recenti, da Pharrel Williams a Kanye West, dunque, andranno tutti alla Sony.

Il titolo Sony perde

L’amministratore delegato di Sony, Kenichiro Yoshida si dice “lieto che Emi Music Publishing si unisca alla nostra famiglia e che manterremo la nostra posizione di numeri uno nel settore musicale”. Il mercato finanziario però non sembra altrettanto convinto: il titolo di Sony, infatti, alla Borsa di Tokyo ha perso l’1,9%.
Certo è che nel 2017-2018 la società ha già realizzato un profitto di 4,5 miliardi di dollari, grazie alla musica ma anche agli incassi dei blockbuster al botteghino.