MediaForEurope: primo semestre 2022 a 1,3 miliardi di euro

Il primo semestre 2022 di MFE-MediaForEurope si conclude con ricavi netti consolidati a 1,388 miliardi di euro (1,387 nel primo semestre 2021). In Italia, il fatturato è cresciuto a 974,6 milioni di euro, con un aumento dell’1,1%. In Spagna i ricavi si attestano a 415,2 milioni di euro (423,6 milioni del 2021). “Decisiva la capacità dei ricavi pubblicitari lordi di assorbire l’urto della crisi”, si legge nella nota che riporta l’approvazione da parte del Cda della semestrale. In Italia i ricavi pubblicitari ammontano a 976,4 milioni di euro in linea (976,9 milioni nel 2021). In Spagna i ricavi pubblicitari lordi si attestano a 385,8 milioni di euro (rispetto ai 406,1 milioni del 2021).

ll risultato operativo (Ebit) è positivo per 112 milioni di euro, mentre il risultato netto consolidato è ancora una volta positivo per 84,6 milioni di euro. Nel primo semestre 2021, si evidenzia in una nota di MFE, l’utile era pari a 226,7 milioni di euro “anche per effetto della plusvalenza pro-quota di 86,7 milioni di euro generata dalla partecipata EI Towers (40%) attraverso la cessione di Towertel”. 

I costi operativi complessivi consolidati ammontano a 1,27 miliardi (1,18 miliardi nel primo semestre 2021). “In Italia i costi sono stati pari a 957,5 milioni di euro rispetto agli 869,1 milioni del 2021, un andamento che, in aggiunta ai rincari dell’energia, risente di contratti non presenti nel primo semestre 2021 in quanto attivati nella seconda parte dell’esercizio (diritti triennali della Coppa Italia e Supercoppa oltre a competenze relative alla raccolta pubblicitaria della Serie A gestita dal gruppo per terze parti)”.

MediaForEurope: le previsioni per il secondo semestre 2022

“Le previsioni dei principali studi di ricerca stanno progressivamente delineando possibili scenari recessivi per l’ultimo trimestre 2022 e per l’avvio del prossimo anno. La ragione è la forte inflazione generata dall’escalation dei prezzi energetici oltre agli ulteriori interventi monetari restrittivi pianificati dalle banche centrali con l’obiettivo di contenere e stabilizzare la spinta inflattiva”, si legge nella nota del gruppo. Al momento MFE non registra “rallentamenti significativi nella raccolta pubblicitaria”, ma è prevedibile una “contrazione di spesa e consumi di imprese e famiglie per fronteggiare i rincari energetici”. MFE comunque conferma “l’obiettivo di conseguire per l’esercizio 2022 risultati economici e una generazione di cassa caratteristica (free cash flow) ancora positivi”. 

Ndr.: Dal 1° luglio 2022, sulla base dell’esito dell’OPAS lanciata da MFE su Mediaset España, i risultati economici del Gruppo Mediaset España saranno consolidati sulla base della quota dell’82,92% (rispetto al 55,69% del 30 giugno).