ITsArt: per la “Netflix italiana” perdite per 7,4 milioni di euro

Un primo anno da dimenticare per ITsArt, la piattaforma digitale che punta a proporre lo spettacolo e la cultura italiana, live, registrata, gratis e a pagamento, in Italia e nel mondo. Secondo quanto riportato dal giornalista finanziario Andrea Giacobino nella sua newsletter Finanzadietrolequinte, il bilancio 2021 della “Netflix italiana”, com’era stata definita dal ministro della Cultura Dario Franceschini, registra perdite per oltre 7,4 milioni di euro. 

Rosso che l’assemblea dei soci presieduta da Giorgio Tacchia – a.d. di Chili, che controlla ITsArt per il 49% del capitale – ha deciso di assorbire attraverso la riserva di capitale di Cassa Depositi e Prestiti, azionista di maggioranza con il 51%.

Altri numeri che emergono dal bilancio appena depositato da ITsArt: nel 2021 i ricavi sono stati pari a 245 mila euro a fronte di 7,7 milioni di costi, di cui quasi 900 mila euro per il personale. Circa 141 mila gli utenti registrati alla piattaforma, che detiene una library con oltre 1.400 titoli.