Eolo: Partners Group acquisisce il 75% del capitale

Luca Spada, presidente e fondatore di Eolo, che continuerà a detenere il 25% del capitale

Eolo, principale operatore leader in Italia nella fornitura di connettività tramite la tecnologia FWA, ha annunciato un accordo con Partners Group, uno dei principali gestori di investimento globali, per la cessione del 75% del capitale sociale. Per conto dei suoi clienti, Partners Group rileverà le quote detenute in Eeolo da Searchlight Capital Partners e parte delle quote detenute da un veicolo controllato da Luca Spada, presidente e fondatore della società. Il restante 25% del capitale continuerà ad essere detenuto da Luca Spada.

L'operazione permetterà a Eolo di proseguire nel piano di rafforzamento della propria posizione competitiva che prevede investimenti per 850 milioni di euro entro il 2025 secondo tre direttrici principali: la densificazione e il rafforzamento della propria copertura basata su una banda ad onde millimetriche; lo sviluppo delle opportunità wholesale a partire dalla partnership recentemente firmata con Wind Tre e dal Memorandum of Understanding siglato con Tim; e l’avvio di un progetto per la realizzazione di una piattaforma per l’offerta di connettività FWA a livello Europeo.

Advisor finanziario dell’operazione è stata Morgan Stanley & Co. International Plc, mentre Clifford Chance e The European House Ambrosetti hanno agito come advisor legale e finanziario dell'attuale socio di maggioranza e del fondatore Luca Spada e Chiomenti ha agito come advisor legale del fondo Searchlight Capital Partners.

Chi è Eolo

Eolo detiene e gestisce una rete di oltre 3.400 ripetitori radio (Base Transceiver Station – “BTS”), che portano la connessione internet fixed wireless dalla rete agli utenti finali, e 13 mila chilometri di dorsali in fibra ottica, raggiungendo circa l’80% delle famiglie italiane. Attualmente l’azienda offre servizi di connessione a oltre 600 mila utenti per il mercato residenziale e delle imprese, la maggior parte dei quali è situata nelle aree a scarsa densità di popolazione. La sua tecnologia FWA offre velocità e qualità pari o superiori alle reti a banda larga disponibili nelle aree di riferimento, affiancate da soluzioni tecnologiche che permettono di superare le sfide di connettività delle zone rurali, svolgendo così un ruolo di primo piano nel superamento del digital divide in Italia. Nell’ottica di continuare ad avere un impatto positivo per il Sistema Paese puntando sull’inclusività della digitalizzazione e sul diritto ad una connessione per tutti, Eolo ad aprile 2021 ha modificato il proprio status giuridico in Società Benefit, che stabilisce da statuto obiettivi di sostenibilità concreti e misurabili.