Consob: il lockdown 2020 ha avvicinato nuovi investitori a Piazza Affari

© Getty images

Chiusi in casa, senza la possibilità di uscire, decine di migliaia di risparmiatori italiani hanno mosso i primi passi a Piazza Affari, accumlando titoli e approfittando del calo generalizzato delle quotazioni dovuto alla pandemia di Covid. È quanto emerge da uno studio condotto da Consob in collaborazione con la Normale di Pisa. Secondo la ricerca, intitolata L'evoluzione della composizione del retail trading sul mercato azionario italiano a seguito delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid ,  sarebero stati ben 185 mila i nuovi investitori retail che si sono affacciati per la prima volta al mercato azionario.   

Lo studio evidenzia che, “dato il calo generalizzato dei prezzi durante i periodi di restrizione, gli investitori retail, tipicamente contrarian  (venditori quando il mercato scende e viceversa, ndr ), sono stati acquirenti netti, anche se per singoli controvalori medi individuali inferiori rispetto alla media individuale rilevata nel corso del 2019". Da un confronto con gli investitori attivi prima della pandemia emerge che i nuovi investitori sono mediamente più giovani di dieci anni, con un'incidenza dei maschi maggiore rispetto alla popolazione di investitori pre-lockdown e, infine, più abili nel conseguire un profitto.