Italia: mezzo milione di famiglie possiede più di 500 mila euro

In Italia, ben 500 mila famiglie detengono patrimoni finanziari superiori a 500 mila euro. Nella maggior parte dei casi, però, questa ricchezza non è stata costruita da chi ne dispone attualmente, ma è stata ricevuta in eredità dalle generazioni precedenti. Sono alcuni dei dati che emergono dal rapporto Aipb-Censis dedicato alla ricchezza nel nostro Paese.

Il patrimonio finanziario complessivo delle famiglie italiane, comunque, non è ancora tornato ai livelli pre-crisi, anche se le differenze sono minime. A fine 2018, infatti, la ricchezza totale era pari a 4.218 miliardi di euro: in termini reali lo 0,4% in meno rispetto al 2008. Ma dove e come è conservato questo patrimonio? Soprattutto sotto forma di contanti e depositi bancari: con 1.390 miliardi di euro, pari al 33% del totale, e una crescita del 13,7% rispetto a dieci anni fa, si tratta della voce più consistente nella composizione del portafoglio delle attività finanziarie dei nostri concittadini. Nel periodo di tempo considerato, dunque, la liquidità è cresciuta tantissimo. In aumento anche le riserve assicurative, che rappresentano il 23,7% del portafoglio: oggi sono pari a circa 1 miliardo di euro, il 44,6% in più rispetto a prima della crisi. In calo, invece, i titoli obbligazionari (scesi dal 21% del 2008 al 6,9% del 2018) e le azioni e altre partecipazioni (diminuite del 12,4%).