Investimenti, è ora di puntare sulle special situations

Foto di rawpixel da Pixabay 

Se state pensando di fare un investimento, le cosiddette “special situations”, ossia le aziende in crisi, potrebbero fare al caso vostro. A dirlo un’analisi di Pictet Asset Management, secondo cui questa tipologia d’investimento ha sempre generato ottimi rendimenti. Negli ultimi 20 anni, per esempio, l’investimento in reddito fisso distressed  ha raggiunto rendimenti annui del 7,2% rispetto al 6,8% per le obbligazioni globali high yield

Ma che cosa significa nel dettaglio investire nelle special situations? Significa acquistare o vendere allo scoperto il debito di una società oppure riacquistare il debito distressed  di una società che è insolvente o dichiara il fallimento, se si prevede che la società stessa subirà una ristrutturazione o che gli attivi rimanenti siano sottovalutati. In genere il debito societario non offre molto potenziale di rialzo. Se, però l’emittente obbligazionario è insolvente, il contraccolpo per un portafoglio di reddito fisso può essere pesante e duraturo. Ecco perché andare corti sul debito di società in difficoltà può essere conveniente. Anche i potenziali guadagni legati all’acquisto e al mantenimento di debito distressed  possono essere significativi.

L’investimento in special situations è interessante anche in un periodo caratterizzato da bassi tassi di insolvenza societari, ma lo diventa ancora di più quando le insolvenze iniziano ad aumentare. Considerando che oggi il 12% delle società europee è zombie, ossia i loro utili non riescono a coprire i costi degli interessi, secondo Gareth Payne e Galia Velimukhametova, rispettivamente senior client portfolio manager e senior investment manager di Pictet Asset Management, è un ottimo momento per fare questo tipo di investimenti in Europa.

+AZIENDE ZOMBIE: COSA SONO E PERCHÉ L'OCSE VUOLE ELIMINARLE+