Coronavirus: più aiuti agli autonomi ed emissione titoli per l’Italia

Un Corso Vittorio Emanuele di Milano desolatamente deserto (foto Getty Images)

“Lo sforzo che abbiamo fatto per il lavoro autonomo vale 3,5 miliardi di euro, l’ammontare di risorse mai stanziato per un segmento importante del mondo del lavoro che è sempre stato escluso da ogni forma di ammortizzatore sociale. La cifra si può migliorare e lo stiamo discutendo in vista del decreto che verrà approvato nei prossimi giorni.” Lo ha detto Antonio Misiani, viceministro dell'Economia, ai microfoni del programma 24Mattino su Radio24 . “È  giunto il momento di pensare a misure strutturali di welfare per questi lavoratori”.

Titoli di Stato per rilanciare l’economia

Il viceministro ha parlato anche della possibilità che siano i cittadini a poter finanziare il rilancio dell’economia. “Gli italiani hanno 1400 miliardi di euro fermi nei loro conti correnti o in liquidità non dobbiamo inventare patrimoniali ma strumenti che permettano di convogliare queste risorse verso l’economia reale.  Penso a un patto tra risparmiatori, Stato e sistema produttivo con l’emissione di titoli a lunghissimo periodo per raccogliere risorse da destinare al rilancio e alla ripartenza del Paese”. 

+LEGGI ANCHE: ALLE IMPRESE PRESTITI A INTERESSI ZERO+