Amazon cresce in Italia: altri 3 mila posti a tempo indeterminato

Amazon conferma il suo impegno nel supportare l’economia italiana annunciando che creerà 3.000 posti di lavoro a tempi indeterminato in Italia entro la fine dell’anno, portando così la forza lavoro complessiva a oltre 17 mila dipendenti (di oltre 100 nazionalità con età media di 34 anni) in più di 50 sedi in tutta Italia.

“Amazon è diventata una delle più grandi creatrici di posti di lavoro in Italia, offrendo all’interno dell’azienda, in tutto il Paese, opportunità professionali stabili e ben remunerate”, ha commentato Mariangela Marseglia, VP Country Manager di Amazon Italia e Spagna. L’azienda precisa che lo stipendio offerto è “competitivo sin dal primo giorno: nel 2021 la retribuzione iniziale ammontava a 1.680 euro al mese, l'8% in più rispetto alla retribuzione standard fissata dal Contratto nazionale per il settore dei trasporti e della logistica”. Marseglia sottolinea, inoltre, come si tratti “di lavori di qualità, come certificato nel 2021 e confermato nel 2022 dal Top Employers Institute, che premia la qualità dei luoghi di lavoro, le opportunità formative e i piani di carriera offerti ai lavoratori in Italia”.
 
Secondo uno studio riportato da Amazon e condotto da The European House - Ambrosetti che analizza le grandi aziende in Italia, la multinazionale americana è la realtà privata che ha creato più posti di lavoro in Italia negli ultimi 10 anni. In media, dall’avvio delle attività in Italia nel 2010, ogni settimana Amazon ha creato più di 26 posti di lavoro a tempo indeterminato.
 
“Dal 2010 Amazon ha investito oltre 8,7 miliardi di euro in Italia per la propria crescita e per supportare la digitalizzazione del Paese”, ha aggiunto Lorenzo Barbo, responsabile di Amazon Italia Logistica. “Investimenti che hanno generato nuovi posti di lavoro di qualità che stanno contribuendo alla crescita dell’Italia. L’aumento dei posti di lavoro va di pari passo con la crescita della nostra rete logistica: poche settimane fa è infatti entrato in attività un nuovo centro di distribuzione ad Ardea, area metropolitana di Roma, in cui creeremo 200 posti di lavoro entro tre anni. Inoltre, sempre entro l’anno apriremo il nostro primo centro di distribuzione in Abruzzo, a San Salvo, in cui saranno creati 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’avvio dell’operatività”.