Torna il Record Store Day

Sesta edizione per la giornata mondiale dedicata al negozio di dischi. La musica, e i suoi feticci, celebrata da chi la ama incondizionatamente

Un giorno di festa, di allegria e, ovviamente, di tanta buona musica. Chi l’avrebbe detto che il Record Store Day, nato nel 2007 dall’idea di Chris Brown – un dipendente di un negozio dischi americano, molto innamorato della sua “materia” – potesse diventare un fenomeno in grado di travalicare i confini. Fino a diventare un appuntamento fisso sull’agenda di ogni vero appassionato di musica. Il Record Store Day, quest’anno in programma per sabato 20, si svolge il terzo sabato del mese di aprile di ogni anno e se, dapprima, celebrava gli oltre 700 punti vendita indipendenti negli States, oggi è una giornata che viene festeggiata praticamente a ogni latitudine. Artisti che organizzano apparizioni speciali e performance, incontri, iniziative varie dedicate al collezionismo, dischi pubblicati appositamente per l’occasione; insomma una manifestazione perfetta per esaltare la musica e per celebrare il fascino impagabile che tuttora ha il compact disc, o meglio ancora il mitico vinile, vero e inimitabile feticcio culturale che ha nel negozio di dischi, ovviamente, il suo habitat naturale.Il negozio, quindi, come vero baluardo che rimane (e resiste) a celebrare la passione per la musica nella sua più tradizionale accezione. Certo la crisi c’è, e la tecnologia digitale ha cambiato usi e abitudini, ma questo aspetto tradizionale del consumo musicale resiste, eccome. Basti pensare che uno dei nomi storici tra i rivenditori inglesi di musica come Rough Trade, mecca per ogni appassionato di musica che si trovi interra d’Albione, ha registrato un incremento del 25% nel proprio fatturato nei primi tre mesi dell’anno.

Tante chicche discografiche…

IL RECORD STORE DAY CRESCE ANCHE IN ITALIA. Anche in Italia la giornata dell’orgoglio del negozio di dischi è un appuntamento che si sta ritagliando un suo spazio (anche quest’anno viene sostenuto da Fimi – la Federazione dell’industria musicale): cliccando qui si può trovare l’elenco dei negozi italiani aderenti all’iniziativa. E uno degli “epicentri” italiani della giornata sarà il Teatro Dal Verme di Milano (per tutte le informazioni clicca qui) che ospiterà quella che viene definita una sorta di “piazza della musica”, per varie attività (scambio e compravendita di dischi rari e da collezione), dibattiti e l’allestimento di stand gestiti da diversi storici negozi di dischi della città. In ogni località italiana toccata dal Record Store Day sarà inoltre proiettato il docufilm Last Shop Standing – The Rise, Fall and Rebirth of the Independent Record Shop di Pip Piper, tratto dal libro di Graham Jones, eletto a documento visivo ufficiale del Record Store Day del 2013.

© Riproduzione riservata