Connettiti con noi

Lifestyle

Audi RS4, la nuova generazione anche negli USA

Motori V6 sia per la S4 che per la RS4, carrozzeria berlina e station wagon, ma forse anche Sportback

Si sa, quando si parla di Audi, la denominazione RS fa capire che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio “mostro sacro”. Belle, veloci e potenti, questo è il comun denominatore delle versioni più potenti che Audi crea. Peccato però che a “usufruirne” potevamo essere solo noi europei, infatti, in America il Marchio RS è sempre stato un grande enigma. Innanzitutto non sono mai state prodotte ed introdotte vetture RS station wagon, limitandone quindi di gran parte la scelta e l’eventuale vendita, per non parlare dei modelli. Infatti non tutti i modelli, anzi la gran parte dei modelli RS non sono mai arrivati in USA per un problema di consumo e di emissioni. Ad oggi, le uniche RS disponibili nella gamma americana sono la RS 5 e la RS 7, oltre alla supercar R8. Ma tutto questo sta per cambiare, perché la prossima generazione di RS 4, prevista entro metà del ciclo di vita della nuova A4, arriverà per la prima volta negli USA.

Il motivo è che l’Europa sta diventando sempre più un mercato secondario, almeno rispetto alla Cina e, appunto, agli Stati Uniti dove la richiesta di auto lussuose e sportive continua a crescere. Cambiamento? Ebbene si, ci sarà un grande cambiamento per quanto riguarda la motorizzazione, Audi RS 4, rinuncerà allo storico V8 per ricevere una versione ancora più sportiva del 3 litri V6 turbo che sulla S4 attuale eroga 333 CV. RS 4, sarà sicuramente più potente della versione attuale e, considerando le concorrenti, BMW M3, Mercedes C 63 e Alfa Romeo Giulia, difficilmente avrà meno di 470 CV. L’ultima questione da svelare sarà quella relativa alla carrozzeria, perché se è vero che tanto negli Stati Uniti quanto in Cina, la carrozzeria “berlina a tre volumi” è ancora di gran moda, la RS 4 è tradizionalmente identificata dagli appassionati come station wagon. Non ci resta che attendere e sperare che il popolo americano possa finalmente ricevere la possibilità di guidare una vera e propria RS4.