La famiglia un pilastro anche sul lavoro

Per più di un professionista su tre il rispetto i valori appresi all’intero delle mura domestiche si sono dimostrati utili anche in ambito professionale. L’indagine della London School of Economics in occasione della quarta edizione del ‘Bring In Your Parents Day’

La famiglia si dimostra un pilastro fondamentale anche sul luogo di lavoro. Un dipendente su tre (il 31,3%) è convinto che il rispetto per gli altri appreso dai propri genitori si è rivelato uno dei valori che più lo ha aiutato in ambito professionale, seguito dall’essere responsabili (30,3%), dall’integrità (29,9%) e dall’onestà (29,4%); tutti valori maturati all’interno delle mura domestiche. Il dato emerge dalla recente indagine condotta dalla London School of Economics in occasione del Bring In Your Parents Day (Biyp), manifestazione lanciata da LinkedIn in tutto il mondo con l’obiettivo di avvicinare i genitori al lavoro dei figli.

Dalla prima edizione, decine di migliaia di genitori e centinaia di aziende in tutto il mondo hanno partecipato insieme al social network a questa iniziativa, contribuendo a colmare il gap generazionale esistente in ambito lavorativo. “I genitori esercitano una delle maggiori influenze nel plasmare l’educazione dei figli e questo studio dimostra il valore che continuano a rappresentare quando i figli fanno il loro ingresso nel mondo del lavoro” ha sottolineato la Alexandra Beauregard della London School of Economics. “Incoraggiare la conversazione tra genitori e figli sugli aspetti inerenti alla loro professione fornisce ai genitori la possibilità di condividere esperienze e consigli preziosi che possono rivelarsi vantaggiosi per la carriera professionale dei figli e, di conseguenza, anche per l’azienda in cui lavorano”.

In base allo studio la partecipazione al Bring In Your Parents Day dell’anno scorso ha apportato differenti benefici a ogni partecipante. I dipendenti hanno aumentato l’entusiasmo per il proprio lavoro e anche l’energia positiva trasmessa in ufficio, oltre a migliorare la consapevolezza nelle loro capacità di problem solving e la percezione dei loro genitori come veri e propri mentori a cui poter chiedere validi consigli. Contemporaneamente gli stessi genitori si sono affezionati di più all’azienda dei propri figli e hanno iniziato a parlare con orgoglio di questa iniziativa, promuovendo i prodotti e i servizi delle società con le altre persone. Le aziende, infine, hanno avuto la grande opportunità di dimostrare un maggiore interesse nei confronti dei propri impiegati, in primis come persone piuttosto che come semplici risorse umane, migliorando in questo modo la reputazione dell’azienda sia tra gli stakeholder interni sia tra quelli esterni e arrivando a percepire l’iniziativa come uno strumento sia per il recruiting, sia per la retention dei talenti.

L’edizione 2016 del Bring In Your Parents Day si terrà venerdì 4 novembre. Info su: bringinyourparents.linkedin.com

© Riproduzione riservata