©Wire Image/GettyImages

Forse è la più “verde” fra tutte le star. Non si parla di età, nonostante il 34enne Di Caprio non sia certo vetusto; il divo di origine italiana è fra le stelle del cinema più attive sul versante della causa ecologista. Ha fondato nel ‘98 una fondazione per promuovere cause ambientaliste, sfreccia per le strade di Hollywood a bordo di una Toyota ibrida, evita il più possibile voli privati a favore di linee commerciali e soprattutto ha girato L’undicesima ora , documentario (commercializzato in uno speciale packaging biodegradabile e prodotto con sole energie rinnovabili) che riguarda le crisi ambientali causate dall’azione dell’uomo. Anche Julia Roberts non si risparmia in tal senso e come George Clooney è arrivata sulla copertina del numero green di Vanity Fair dell’anno scorso. Portavoce del gruppo ambientalista “Biocarburanti per la Terra”, come dimenticarla nei combattivi panni di Erin Brokovich? E a breve sarà protagonista e produttrice di un biopic sull’attivista ecologista Joan Root, assassinata nella sua casa in Kenya a inizio 2007. C’è poi Cate Blanchett, tra le protagoniste di una campagna pubblicitaria per promuovere l’ora di blackout organizzata a Sidney, che vive in una casa che dipende esclusivamente da energia solare. Il sexy Clooney, che in Siryana ci spiegò molte cose sulle lobbies petrolifere, ha lanciato la campagna Oil Change contro la dipendenza statunitense dal petrolio; il suo sodale Brad Pitt, appassionato di architettura eco-sostenibile, dopo l’uragano Katrina si è impegnato per ricostruire una New Orleans più verde di prima. Ed è alleato di Edward Norton nel programma Solar Neighbors (Vicini Solari) che si occupa di portare pannelli solare nelle case delle famiglie povere di Los Angeles.Onore al merito al settantaduenne Robert Redford, che iniziò a lottare per questi valori in epoche non sospette: per trent’anni è stato nel Consiglio di difesa delle risorse naturali in Usa e ha lanciato di recente sul suo canale Sundance Tv uno spazio di tre ore a settimana di palinsesto “verde”. Da segnalare poi Tom Hanks, il primo a ordinare l’auto elettrica eBox uscita all’inizio del 2008, e Cameron Diaz che ha uno show su Mtv Usa in cui dà consigli su come rendere più “verde” la propria vita. Eppure. La più agguerrita degli ultimi tempi in proposito è l’ex sirena a Manhattan Daryl Hannah: sostenitrice del biodesiel, titolare di un sito (Love life) con videoblog sul cibo biologico e l’eco-compatibilità, la bionda cinquantenne è stata nei mesi scorsi a Torino come madrina, per l’appunto, del festival Cinemambiente, dove ha anche mostrato quattro dei suoi video “green”.