Sharon Stone

La trasparenza di un diamante certifica la purezza della pietra, la trasparenza dell’acqua, invece, spesso determina la sopravvivenza di intere comunità di persone, soprattutto in Africa. Questo il parallelo nel quale si inserisce il progetto Damiani “Clean Water”, il cui obiettivo è quello di costruire pozzi di acqua potabile nelle zone più secche del continente africano. Madrina dell’iniziativa Sharon Stone.
Il progetto, partito con il lancio della collezione Sharon Stone for Damiani - Maji for men/unisex, è ora giunto alla fase due: la collezione Maji for women, presentata ieri a Los Angeles dalla star hollywoodiana e da Silvia Damiani.
Ancora una volta, come nella prima collezione Maji (in Swahili, Maji significa “acqua”), i materiali utilizzati richiamano il calore e il fascino della terra d’Africa: l’oro giallo sabbiato si sposa con i diamanti grezzi, ciascuno diverso dall’altro e tutti unici nella loro imperfezione, sapientemente incastonati e disposti in maniera volutamente non uniforme, creando un effetto rough che li rende unici e speciali. La Collezione Maji for women comprende anelli, orecchini, collane, pendenti e bracciali.
Questa nuova iniziativa si spera possa replicare il successo di Maji for men/unisex, i cui profitti, pari a 200 mila dollari, insieme a una donazione personale della famiglia Damiani, permetteranno la costruzione di 50 nuovi pozzi in Africa, per fornire acqua pulita a più di 10.000 persone.