Apple ha messo a disposizione la propria applicazione Salute per una questione di primaria importanza: quella della donazione degli organi, sulla quale il Governo Usa sta investendo importanti risorse.

L’APPLICAZIONE. La Mela, infatti, ha deciso di fare proprio il problema: d’ora in poi, gli utenti statunitensi saranno spinti a prendere la propria decisione rispetto alla facoltà di diventare donatori di organi attraverso l’applicazione dedicata al fitness. A partire dal prossimo autunno, chi è iscritto all’albo nazionale dei donatori di organi, infatti, potrà esercitare l’opzione direttamente dall’app Health ; la funzionalità arriverà insieme al sistema operativo iOs 10, per ora disponibile solo per gli sviluppatori.

IN MEMORIA DI JOBS. L’iniziativa ha un significato particolare per Cupertino: Tim Cook, infatti, ha sottolineato come l’interessamento di Apple per la questione sia stato incentivato anche in memoria del fondatore dell’azienda, Steve Jobs, che nel 2009 si trovò di fronte all’esigenza di subire un trapianto di fegato. All’epoca, Jobs rifiutò l’offerta di Cook di accettare parte del suo fegato, e affrontò i lunghissimi tempi d’attesa per ottenere l’organo. L’albo dei donatori servirà per rendere più efficace la ricerca di donatori compatibili; la collaborazione delle grandi aziende potrà contribuire a sensibilizzare i cittadini: anche Facebook, nel 2012, introdusse un’opzione che permetteva agli iscritti di farsi identificare come donatori.