© GettyImages

Renato Zero

Due milioni di euro, a tanto ammonta la somma che la Procura di Napoli contesta come evasione fiscale a Retano Fiacchini, per tutti Renato Zero.
Due le ipotesi di reato formulate dal pm Vincenzo Piscitelli: utilizzo di fatture relative a prestazioni ritenute inesistenti e trasferimento fraudolento di valori all’estero, in particolare presso una banca di Montecarlo.
Il cantautore che, dopo i primi accertamenti, ha già regolarizzato al sua posizione con dal punto di vista tributario, adesso deve fare i conti con l’indagine penale, parte dell’inchiesta sulle attività della commercialista Stefana Tucci, di cui Renato Zero era cliente.
Sembra che la dottoressa Tucci curasse gli interessi di altri clienti eccellenti, se fosse vero nuovi capitoli della saga evasori vip potrebbero scriversi a breve.