Bruno Tabacci, Laura Puppato, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Pier Luigi Bersani

Nella foto di Sky Tg24, da sinistra, i candidati alle Primarie Pd Bruno Tabacci, Laura Puppato, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Pier Luigi Bersani

E’ stato scelto il palco di X Factor – celebre talent show televisivo in onda su Sky – per un confronto politico senza precedenti in Italia. Per la prima volta, infatti, i cinque aspiranti leader del centrosinistra – Bruno Tabacci, Laura Puppato, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Pier Luigi Bersani – si sfideranno in un confronto televisivo all’americana, in diretta Tv; per convincere gli elettori in vista delle prossime Primarie del Pd, in programma il 25 novembre.
A ospitare e organizzare il confronto l’emittente televisiva privata, Sky Tg24 , che trasmetterà il programma (al via alle 20.30 di questa sera) anche in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terrestre) e in diretta streaming sul Web. Clicca qui per la diretta Web
La serata. I canditati, risponderanno in base all’ordine stabilito dal sorteggio (Tabacci, Puppato, Renzi, Vendola e Bersani) alle domande di Gianluca Semprini, che modererà il confronto, e anche a quelle del pubblico, con possibili repliche e controrepliche. Un format condiviso e scandito da 13 regole con una novità assoluta, il fact checking, ovvero la verifica dei fatti in tempo reale: grazie alla collaborazione con l'Università di Tor Vergata, all'interazione con la redazione di Sky Tg24 e una squadra di ricercatori della facoltà di Economia, sarà sperimentato il controllo della veridicità delle cifre e dei fatti citati dai candidati a supporto delle loro tesi.
Il confronto ha suscitato un boom di attenzione e richieste anche dai media. Sono una ventina le testate che hanno accreditato un loro giornalista e molte di più quelle che hanno fatto richiesta di immagini attraverso i circuiti di scambio internazionale dei quali fa parte Sky Tg 24 . La rete all news diretta da Sara Varetto ospiterà stasera tra le altre giornalisti dell'americana Cbs News , del quotidiano francese Liberation , di Wall Street Journal , oltre a France Presse e al Financial Times.