© Getty Images

La sinistra ha votato: a vincere le primarie del Partito democratico sono, per Roma, Roberto Giachetti e, per Napoli, Valeria Valente. I due correranno come candidati sindaco per il Pd nelle rispettive città. Si tratta, però, di due vittorie molti diverse: se quella di Giachetti è stata schiacciante (ha ottenuto quasi il 65% dei voti), lo scarto di Valente sul rivale Antonio Bassolino è stato solo di circa 500 voti. In particolare, Valeria Valente ha vinto con 13.419 voti (43,7%) mentre l’ex sindaco ed ex governatore della Campania Bassolino ha raccolto 12.967 consensi (42,2%). «Ho dato un contributo alla battaglia per la partecipazione, con passione e caparbietà, con tutte le mie forze. Spetta a chi ha vinto compito di andare avanti», ha commentato sportivamente Bassolino. «Auguri di buon lavoro e continuiamo la battaglia per Napoli».

AFFLUENZA DIMEZZATA A ROMA. Nella Capitale, tuttavia, si è registrata una certa disaffezione da parte degli elettori: l’affluenza è stata la metà di quella del 2013 con circa 50 mila i votanti. Al contrario, proprio a Napoli, dove il testa a testa è stato più serrato, l’affluenza è risultata doppia rispetto al 2013: in 30 mila si sono recati alle urne, contro i 16.500 dello scorso anno per le regionali. Ma è a Benevento che si è registrato il record storico di votanti: 5.421, contro i poco più di 2 mila del 2013. Nelle altre città hanno invece votato: in 6.864 a Trieste, in 1.791 a Bolzano e in 6.500 a Grosseto. «Bravi Giachetti, Valente, Cosolini e tutti i nostri candidati. Grazie alle decine di migliaia di persone delle #primarie. Andiamo a vincere», twitta il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini. Sulla scarsa affluenza romana, il vicepresidente della camera Maetto Orfini commenta così: «L’altra volta c’erano le truppe cammellate dei capibastone che portarono al pantano di Mafia Capitale. Questa volta no, e comunque mi pare che i nostri elettori siano molti più dei 3mila scarsi che hanno scelto il candidato dei 5 stelle».

LE ALTRE CITTÀ. Quanto alle primarie svoltesi nella altre città, a Trieste è stato riconfermato con il 65% dei voti il sindaco uscente Roberto Cosolini. Analogo esito a Benevento che ha visto prevale il vicesindaco uscente Raffaele Del Vecchio (66% dei voti). A Grosseto invece la spunta Lorenzo Mascagni che, con 3.576 voti, supera l'ex vicesindaco Paolo Borghi (2.931voti). Infine, a Bolzano il candidato sindaco del Pd è l’ ex general manager del municipio Renzo Caramaschi.