© GettyImages

Un treno ad alta velocità per la tratta Pechino-Shanghai

Una linea ferroviaria così veloce che arriva con un anno di anticipo. È la Tav che dal prossimo luglio collegherà Pechino e Shanghai con treni da 250 e 300 chilometri orari. E così, in occasione del 90esimo anniversario dalla fondazione del partito comunista cinese, la Cina potrà festeggiare una linea che, lunga 1.318 chiolmetri, dimezzerà i tempi di viaggio: da 10 a 5 ore (considerando i treni da 300 km/h, 8 ore per quelli da 250 km/h). Si tratta di una vera e proprio concorrenza alle linee aeree da parte del ministero delle ferrovie che, dopo pochi anni di lavoro, ha pensato di mettere sulle rotaie 63 treni più veloci e 27 meno con una media di due treni ogni ora. Concorrenziali anche i prezzi: se per una seconda classe su un Frecciarossa Milano-Roma si pagano 91euro, per i treni più veloci Pechino-Shanghai si pagheranno circa 56 euro in seconda classe, 95 in prima e 180 nello scompartimento business; per i treni meno veloci, si pagheranno 42 euro in seconda classe e 65 in prima. Cambiato anche il regolamento per l'emissione dei biglietti: per nuove misure di sicurezza, i biglietti saranno nominali e per acquistarli è necessario produrre un documento.