Immagine tratta dal Mobility Report di Ericsson (giugno 2014)

Più telefonini che persone: sarà questa la singolare conformazione della popolazionemondiale nel 2015. Stando infatti al Mobility Report di Ericsson, nel primo trimestre 2014 si è registrata una crescita pari al 7% delle nuove sottoscrizioni alla telefonia mobile, pari a 120 milioni di unità, nonché una penetrazione media del 93%. Di questo passo, dall’anno prossimo il numero di sottoscrizioni mobile supererà quello della popolazione mondiale, fino a toccare quota 9,2 miliardi alla fine del 2019.

A farla da padroni saranno soprattutto gli smartphone: già adesso, rispetto al totale telefonini venduti nel primo trimestre 2014, il 65% sono smartphone e per il 35% è stata attivata una sottoscrizione mobile. La previsione è che in due anni i cellulari di nuova generazione supereranno, numericamente, quelli tradizionali raggiungendo i 5,6 miliardi entro il 2019. Da qui, il crescente utilizzo del traffico dati rispetto a quello voice, già cresciuto del +65% nel primo trimestre 2014. La stima è che da qui a cinque anni il traffico dati mensile generato dagli utenti sarà quattro volte superiore a quello odierno, per una crescita di dieci volte, tra il 2013 e il 2019, del traffico dati mobile.