Letizia Moratti

Letizia Moratti

Intervenire in fretta prima che il ritardo per l’Expo 2015 di Milano diventi incolmabile. Con questo obiettivo il Consiglio dei ministri sta per affidare ‘poteri speciali’ al sindaco di Milano, Letizia Moratti, per sbloccare il gravoso problema relativo all’utilizzo delle aree di Rho-Pero, zona su cui dovrebbe sorgere l’Esposizione Universale. E’ quanto scrive il quotidiano la Repubblica che paragona il sindaco Moratti al capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso.
I tempi sono stretti: il 19 ottobre la delegazione Expo capeggiata dalla Moratti si presenterà a Parigi davanti al Bie (Bureau International des Expositions) per un incontro sullo stato dei lavori. Per quella data servirà una risposta, una soluzione definitiva per i cantieri del 2015 e le opere necessarie per l’Esposizione Universale. Il sindaco potrebbe addirittura passare attraverso l’esproprio delle area, ma a Palazzo Marino (sede del Comune di Milano), scrive il quotidiano, non credono in questa strada. La soluzione ideale sarebbe quella del comodato d’uso con diritto di superficie.

Expo, Fiera Milano e l'improbabile intesa