Giorgio Napolitano-Matteo Renzi

Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, con il giovane premier Matteo Renzi

Il governo Renzi è pronto. Dopo quasi tre ore di consultazione, venerdì sera il premier ha annunciato i nomi dei nuovi ministri. Confermati Angelino Alfano agli Interni (ma non come vice premier), Maurizio Lupi ai Trasporti e Beatrice Lorenzin alla Salute. Passa invece dall’Ambiente alla Giustizia Andrea Orlando, mentre il sottosegretario all’istruzione del governo Letta, Gian Luigi Galletti, viene promosso a ministro dell’Ambiente. Promozione anche per Maurizio Martina, che da ex sottosegretario diventa ministro delle Politiche Agricole.

Quanto alle new entry, l’unico tecnico è Pier Carlo Padoan: il vice segretario generale dell’Ocse e presidente dell’Istat guiderà il ministero dell’Economia. Massiccia, inoltre, la presenza delle donne che per la prima volta nella storia d’Italia, uguagliano in numero gli uomini. Non solo. Proprio una donna guiderà, per la prima volta, il ministero della difesa: Roberta Pinotti. il sottosegretario alla presidenza dei minsitri è Graziano Delrio. Ecco nel dettaglio l’elenco completo dei nuovi ministri (tra parentesi la sigla del partito di appartenenza):

- Ministro dell’Economia: Pier Carlo Padoan
- Ministro degli Interni: Angelino Alfano (Ncd)
- Ministro degli Affari esteri: Federica Mogherini (Pd)
- Ministro dello Sviluppo economico: Federica Guidi
- Ministro della Difesa: Roberta Pinotti (Pd)
- Ministro della Giustizia: Andrea Orlando (Pd)
- Ministro del Lavoro: Giuliano Poletti
- Ministro dell’Istruzione: Stefania Giannini (Sc)
- Ministro dei Beni culturali: Dario Franceschini (Pd)
- Ministro dei Trasporti: Maurizio Lupi (Ncd)
- Ministro delle Politiche agricole: Maurizio Martina (Pd)
- Ministro della Salute: Beatrice Lorenzin
- Ministro dell’Ambiente: Gianluca Galletti (Udc)

- Ministro senza portafoglio Affari Regionali: Maria Carmela Lanzetta (Pd)
- Ministro senza portafoglio della Semplificazione e P.A-: Marianna Madia (Pd)
- Ministro senza portafoglio delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento: Maria Elena Boschi (Pd)