In Gran Bretagna il 10% dei più ricchi è 100 volte più abbiente del 10% dei più poveri. La distribuzione della ricchezza è cresciuta senza sosta negli ultimi 30 anni nonostante il lungo decennio di governo laburista che, almeno in teoria, avrebbe dovuto ridistribuire la ricchezza. Emerge da un’indagine governativa a cura di John Hills della London school of economics, An anathomy of income inequality. Il decimo più ricco delle popolazione può contare su un reddito di più di 853 mila sterline (circa 976 mila euro) per nucleo familiare e i più poveri su meno di 8,800 (circa 9 mila euro). Tutta questa differenza secondo Hills può pregiudicare la crescita e il benessere del Paese.