Dalla mezzanotte di sabato 13 novembre entrerà in vigore in tutta Italia l’articolo 54 del nuovo Codice della Strada, quello che obbliga le discoteche, i bar e i ristoranti che proseguono la loro attività oltre le 24, ad esporre tabelle “alcoliche” e a mettere a disposizione dei clienti un etilometro.
Il Codice della Strada, entrato in vigore lo scorso 13 agosto, aveva previsto tre mesi di tempo per dare la possibilità agli esercizi pubblici di mettersi a norma. Il tempo adesso è scaduto e da sabato tutti i “circoli privati dove si svolgono trattenimenti musicali o danzanti”, i bar o ristoranti che, aperti oltre la mezzanotte, non esporranno le tabelle informative sull’alcol e non disporranno di un etilometro, rischieranno pesanti multe o, peggio, chiusure coatte.
Le tabelle dovranno contenere la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolica, ma anche le quantità di bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso massimo previsto dalla legge.
Per quanto riguarda, invece, l’etilometro la legge obbligherà gli esercizi a mettere a disposizioni dei clienti un apparecchio, non necessariamente un etilometro omologato - basta anche un precursore chimico monouso - che permetta agli avventori di effettuare un’auto analisi del proprio grado di alterazione alcolemica.