Duomo di Milano © GettyImages

Resta una città carissima, ma diventa una meta decisamente più conveniente rispetto ad altre città europee: Milano è una città dai prezzi decisamente abbordabili, almeno per la clientela business internazionale, ovvero gli stranieri con grandi capacità di spesa che si trasferiscono in città per studio o per affari e cercano una sistemazione a breve/medio termine. E’ quanto emerge dalle ultime analisi della Camera di Commercio meneghina secondo cui il capoluogo lombardo è al 20° posto nella classifica europea del prezzo delle locazioni di pregio, superato anche da Roma (che si colloca al 17°). Ben diversi i budget necessari per affittare case di lusso a Londra, Parigi o Zurigo, le prime tre città classificate.
Ma che cosa attrae la clientela straniera a Milano? “I poli universitari d'eccellenza, come la Bocconi per l'economia e lo Ied per il design, che attirano studenti da tutto il mondo e in particolare dalla Russia, dall'India e dalla Cina, dove strutture del genere non esistono e allora Milano batte la concorrenza anche per i prezzi”, commenta Guido Edoardo Alliata, titolare di RentClass, società che opera nel settore degli affitti a breve e medio termine. “Molto si sta muovendo anche in vista di Expo 2015 – continua – con diverse compagnie che iniziano a inviare qui i loro manager in vista dei progetti che interesseranno la grande esposizione universale”.
Puntare su questa clientela particolare, orientata a rimanere a Milano per periodi medio-brevi, può quindi essere la carta vincente per collocare il proprio immobile su un mercato degli affitti altrimenti stagnante. E i proprietari milanesi in questo caso vorranno il primato.