David Rockefeller © Getty Images

Era il sogno del nonno, ma l’ha realizzato il nipote: tagliare il traguardo dei 100anni. A raggiungerlo è David Rockefeller, nipote di John Rockefeller, passato alla storia come il “Titano del capitalismo”. Un titolo ampiamente meritato: John Rockefeller ha dato vita alla dinastia della Standard Oil ed è morto nel 1937 con un patrimonio, rivalutato al 2015, di circa 340 miliardi di dollari. Quattro volte la ricchezza di Bill Gates. Il nipote David non è però da meno: oltre a essere il miliardario più vecchio al mondo, è assurto anche lui a simbolo del capitalismo.

UN’OASI IN REGALO. Tuttavia, David ha fatto sua l’educazione paterna, improntata alla filantropia: Davide Rockefeller Junior raccomandava ai figli di devolvere in beneficenza l’eccesso di ricchezza generato dai propri trust fund. Sarà per questo se, per festeggiare i propri 100 anni, David ha scelto un regalo sui generis: donare un'oasi naturale, di circa 4 milioni di mq, allo Stato del Maine. La superficie, per intenderci, supera quella di Central Park e sorge accanto al Parco Nazionale Acadia, che il padre aveva contribuito a costruire.

VITA TRAVAGLIATA. I cento anni di David non sono però stati tutti all’insegna del successo: il miliardario ha dovuto affrontare più di una tragedia. A cominciare dalla morte del figlio, morto proprio il giorno del suo compleanno, l’anno scorso, mentre tornava a casa in aereo. Ancora prima è stata la volta del cugino Richard, scomparso negli anni '60 nella Guinea Olandese: c’è chi sostiene che sia stato annegato dai cannibali, altri addirittura mangiato… Non solo. Lo stesso fratello Nelson, dopo il divorzio, è morto in compagnia della segretaria Megan Marshack.