A oggi l’unica low cost con voli intercontinentali da e per l’America è la norvegese AirShuttle. Ma i suoi voli non sono certo classificabili come economici.

Per questo fa notizia l’annuncio di Ryanair: il Consiglio di amministrazione della compagnia ha votato il Piano States. Tradotto: la società tenta, per la prima volta, di offrire voliintercontinentali realmente low cost.

Il prezzo base ventilato per i viaggi di sola andata sarebbe infatti 10 sterline: pochissimo contro le 149 sterline del prezzo base di Air Shuttle per la tratta Londra-New York nell’anno del suo esordio, ossia il 2013.

Il piano verrà realizzato entro 4-5 anni e gli scali ipotizzati sarebbero New York, Boston, Chicago e Miami. Le basi di partenza sarebbero invece Londra, Dublino, Colonia e Berlino. A questi potrebbero aggiungersi anche altre basi in Spagna, Italia e Scandinavia.

«Stiamo discutendo con i produttori sulla fornitura di velivoli a lunga percorrenza, ma non possiamo aggiungere altro» si legge nella nota di Ryanair.