Colosseo © GettyImages

I lavori per il restauro dell’anfiteatro Flavio di Roma, più comunemente ‘Colosseo’, inizieranno il prossimo 31 luglio. La conferma è arrivata dal sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, che ha sottolineato come da 73 anni non veniva effettuato un restauro organico del monumento. Dal prossimo martedì, quindi, il via ai lavori sponsorizzati da Diego Della Valle, frenati da mesi di dispute, polemiche e ricorsi; ora anche gli ultimi passaggi al Mibac (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) sono stati superati.
In occasione del primo giorno di restauro ci sarà anche lo stesso Della Valle, patron del Gruppo Tod’s che ha finanziato il progetto di restauro con 25 milioni di euro. L'accordo siglato dall’imprenditore prevede l'esclusiva per 15 anni sul logo del monumento più amato e più visitato d'Italia.

Il programma dei lavori verrà illustrato il 31 luglio. Si prevedono tempi di circa 24-36 mesi per ciascun cantiere: sono sei in totale e tre partiranno contemporaneamente. I primi tre cantieri, come riporta l’agenzia Ansa, si occuperanno della sostituzione dell' attuale sistema di chiusura delle arcate perimetrali (fornici), del restauro dei prospetti settentrionale e meridionale, del restauro degli ambulacri. Il Centro servizi, invece, sarà di 1.600 metri quadrati, posizionato nella parte sud-ovest del Colosseo e consentirà di portare all'esterno attività di accoglienza, biglietteria, bookshop e servizi igienici. Durante i lavori di restauro, sulle recinzioni, sono previsti pannelli di due metri che potranno contenere pubblicità.

PIU' SPONSOR CHE MECENATI