Fabrizio Scarselli

Fabrizio Scarselli, amministratore unico di Beach Company

Tendenze, materiali e colori… tutte le trasformazioni del marchio in previsione della stagione autunno-inverno 2010-2011.
La collezione invernale Refrigue è stata ampliata per numero sia di capi sia di merceologie. Quest’anno si possono trovare capi dall’impronta urbanwear, realizzati con utilizzo di tessuti molto preziosi e innovativi come il “memory”, arricchito e caratterizzato dall’applicazione del patch in pelle/metallo con l’orso inciso. Questo interessantissimo patch viene modificato con l’utilizzo di colori differenti per quanto riguarda sia la base pelle (nero, marrone, beige) sia il metallo. Oltre al classico metallo lucidato, viene anche presentato “brunito” per la parte di collezione più grintosa. Una nuova versione di cartellino verrà abbinata a questi capi. Quest’anno, è stata affinata la ricerca per quanto riguarda le pellicce da utilizzare su alcuni capi; a grande richiesta, su qualche modello selezionato, sono state sostituite le eco-pellicce con quelle naturali. Colori: l’impatto visivo della collezione invernale dei capispalla viene diviso in due blocchi. Il blocco dei colori più caldo e carico appartiene ai capispalla da donna. Le giacche da uomo vengono presentate nei colori più classici con inserimenti di tendenza “militare”. La collezione donna è impreziosita da tagli e modellature che rendono il prodotto ricercato e femminile, senza perdere l’imprinting del marchio. Altra novità è l’uso di tessuti innovativi: il Rubber touch e Plastic.

Quali sono i fattori che stanno guidando la ripresa nel mondo della moda e del lusso, sono più di natura finanziaria o psicologica?
Crediamo che un miglioramento finanziario determini un rilassamento psicologico, e quindi una ripresa dei consumi… Fondamentale poi come i media riportano lo scenario economico.

In che modo artigianalità, materie prime e fattura dei capi contraddistinguono il vostro stile e influiscono sulla filosofia del marchio?
I nostri capi della collezione -30° riportano la certificazione dell’Institute textile de France e hanno bisogno, per nascere, di una manualità, di una ricerca e di una cura del dettaglio, estremamente elevata. Ciò che facciamo conserva sempre un profondo legame con quello che il mondo in cui tutti i giorni viviamo chiede a un capo di abbigliamento. Il design e lo sviluppo dei nostri prodotti continuano a essere prima di tutto semplici, funzionali e concreti.

Quali sono i tre capi d’abbigliamento che salvereste dall’armadio...
Maglione in cachemire, camicia sartoriale e il field jacket ovviamente Refrigue.