Leopoldo Poppi

Leopoldo Poppi, presidente di Tomasoni Topsail spa

Tendenze, materiali e colori… tutte le trasformazioni del marchio in previsione della stagione autunno-inverno 2010-2011.
La collezione Henri LLoyd per la stagione invernale 2010-2011 conferma lo stile british tipico delle radici del marchio: linee essenziali e grande cura per i dettagli che arricchiscono i capi. Per quanto riguarda la gamma cromatica anche qui vengono confermati quei colori che meglio identificano la “British attitude” del marchio: tanto blu, nelle varie tonalità di questa gamma cromatica, viola, fucsia, verde e orchidea. Focus sui capispalla, con tagli essenziali e diverse lunghezze, tutti realizzati in nylon sia lucido sia opaco; new entry per il fustagno dalla mano semilucida. Particolari i piumini, realizzati in un nylon ad altissima densità e con una piuma appositamente selezionata che li rende leggeri, morbidi e caldi e soprattutto molto asciutti. Il tricot sceglie il misto cachemire e il motivo delle righe. Particolare l’uso del piquet-cachemire (85% cotone e 15% cachemire) per la felperia, un abbinamento inusuale che regala eleganza a capi prettamente sportivi. Tante le camicie, a righe e a quadretti, studiate per abbinarsi alla maglieria. I pantaloni sono realizzati principalmente in gabardina comfort con trattamenti lavati più o meno intensi (vintage e old). Particolare il denim in cachemire.

Quali sono i fattori che stanno guidando la ripresa nel mondo della moda e del lusso, sono più di natura finanziaria o psicologica?
La ripresa sarà più lunga del previsto; verranno premiate quelle realtà che hanno scelto una strategia aziendale coerente con lo sviluppo del proprio marchio e delle proprie risorse economiche e finanziarie. D’altra parte è importante che ci sia anche un atteggiamento positivo e propositivo verso il futuro.

In che modo artigianalità, materie prime e fattura dei capi contraddistinguono il vostro stile e influiscono sulla filosofia del marchio?
Le collezioni Henri Lloyd vengono studiate per mantenere l’identità di un marchio che ha più di 40 anni di storia, innovando in una naturale evoluzione le linee, ricercando nuovi materiali e ponendo particolare attenzione a quei dettagli che impreziosiscono i capi.

Quali sono i tre capi d’abbigliamento che salverebbe dall’armadio...
La Consort Jacket di Henri Lloyd, intramontabile, e una cerata tecnica per il weekend in barca.