Gian Maria Argentini

Gian Maria Argentini, direttore generale di Dismi 92 spa

Tendenze, materiali e colori: tutte le trasformazioni del marchio in previsione della stagione autunno-inverno 2010-2011.
Il marchio si evolve innovando la tradizione e offrendo al consumatore un insieme di prodotti per tre occasioni d’uso, la settimana lavorativa (Allegri Milano), il tempo libero (Allegri A-Tech) e le occasioni particolari (Allegri 01 01 09), sempre con un’impostazione di lusso discreto. Nella Allegri Milano, oltre ai tradizionali tessuti tecnici, ci sono i mix di fibre naturali e sintetiche nonché il cachemire impermeabile, sia per l’uomo sia per la donna, con i colori classici come il blu e il nero ma anche spunti in verde, bianco, marrone testa di moro e grigio perla. La Allegri A-Tech si contraddistingue con i tessuti in Kevlar, materiale cinque volte più resistente dell’acciaio, con le polo di piquet di lana impermeabile in una gamma colori più intensa dal verde menta al rosa antico per la donna e in verde militare e arancione per l’uomo ma anche nelle tonalità chiare del blu e in particolari marroni, e infine con le felpe innovative e resistenti alla pioggia con inserti in tessuto tecnico. Il tutto dà sicurezza di funzionalità e vestibilità, che sono caratteristiche del dna di Allegri.

Quali sono i fattori che stanno guidando la ripresa nel mondo della moda e del lusso, sono più di natura finanziaria o psicologica?
Le dinamiche finanziarie degli ultimi 18 mesi hanno modificato sia la capacità di spesa dei consumatori sia l’allocazione della spesa stessa tra le diverse categorie merceologiche, e ambedue hanno influito negativamente sul settore della moda. Le imprese eccellenti hanno risposto con innovazioni di prodotto, di processo e organizzative; le imprese che non hanno saputo o potuto adattarsi alle nuove esigenze del consumatore vedranno i propri margini diminuire notevolmente con il rischio di non poter più partecipare in maniera economica al settore in cui operano.

In che modo artigianalità, materie prime e fattura dei capi contraddistinguono il vostro stile e influiscono sulla filosofia del marchio?
Allegri si contraddistingue per la cura maniacale dei particolari, della qualità dei materiali e degli accessori. Il team che cura lo sviluppo prodotto, dalla fase modellistica alla produzione attraverso un lungo percorso di test interni che coinvolge tutti i livelli organizzativi, è caratterizzato da una lunga esperienza di attività sartoriali che hanno dato modo al marchio di tradurre in fasi industriali l’artigianalità tipica del prodotto e del suo territorio.

Quali sono i tre capi d’abbigliamento che salvereste dall’armadio...
Nell’armadio devono esserci una giacca di cachemire impermeabile con un cinque tasche di cotone stretch, una giacca di tessuto non gualcibile da viaggio e un intramontabile trench per i viaggi di lavoro.