Il primo vincitore del The Barclays Scottish Open è il maltempo. A Inverness in Scozia la pioggia ha fatto sospendere il torneo venerdì per due volte, non ha permesso di giocare sabato e condizionato la decisione di ridurre lo Scottish Open da 72 a 54 buche. È stato un lavoro enorme quello fatto delle squadre di cura del campo Castle Stuart Golf Links, affiancate da altre squadre chiamate da tutti i golf club della zona, per permettere di portare a termine almeno 54 buche. Oltre al lavoro delle idrovore per asciugare bunker e green, gli addetti hanno consolidato alcuni smottamenti di terreno che erano franati sui fairway lungo il percorso, ma per le ultime 18 buche non sono riusciti a fare il miracolo di riaprire tutte le strutture del campo al pubblico. 
Qualche polemica non mancherà per la decisione di ridurre a 54 buche la durata del torneo, ma riteniamo che questa scelta sia stata condivisa da John Paramor (Chief Referee for The European Tour) con i giocatori più importanti che da giovedì saranno impegnati all'evento clou della stagione, l'Open Championship al Royal St. George's Golf Club. 
Il taglio è stato deciso a -4, e saranno 76 i golfisti impegnati nelle ultime diciotto buche per la vittoria del The Barclays Scottish Open.
I nostri giocatori Edoardo Molinari e Lorenzo Gagli sono entrambi dentro il taglio, con lo stesso punteggio di meno otto colpi dal par, i quattordicesima posizione di classifica. 
Edoardo Molinari ha terminato il secondo giro con il punteggio di -3 di giornata e -8 per il torneo. Alla ripresa, dal put sul green della buca 12 Edoardo ha imbucato per l'eagle, poi par alla buca 13, birdie alla buca 14 e tutti par fino alla buca 18. 
Anche Lorenzo Gagli ha fatto molto bene alla ripresa del gioco alla sua ottava buca, la 17 del percorso, birdie. Par alla buca 18. Sulle prime nove buche del campo Lorenzo ha piazzato birdie alla buca 1, tutti par fino alla buca 8 e birdie alla buca 9. Gagli chiude il secondo giro con lo score di -4 e -8 per il torneo. 
La classifica del The Barclays Scottish Open vede la leadership, con il punteggio di -11, di Scott Jamieson, Graeme McDowell, Peter Whiteford, Peter Hanson. A meno dieci colpi troviamo Jose Manuel Lara, Barry Lane, Luke Donald.