Aprirà domani il Mondial de l’automobile 2016, il salone parigino che, dal1° al 16 ottobre, metterà in mostra il meglio dell’industria automobilistica a livello mondiale. Quest’anno il Salone avrà respiro internazionale, con tanto spazio per le citycar e un occhio di riguardo per le vettureecosostenibili.

VIVA LE PICCOLE. La manifestazione parigina punta sulle citycar e sulla mobilità green Gli amanti delle auto europee, quest’anno, potrebbero restare delusi: mancheranno infatti all’appuntamento case automobilistiche importanti quali Ford, Volvo, Mazda, Lamborghini, Bentley, Rolls-Royce, che hanno preferito risparmiare le forze per presentarsi al meglio al Salone ginevrino. A Parigi non scarseggeranno tuttavia le alternative, prima fra tutte Fca e i marchi francesi. A tenere banco non saranno le auto di lusso, ma le piccole vetture adatte per muoversi in città: i “segmenti A e B” troveranno ampio spazio nella manifestazione, sfruttando il trend delle vendite che le vede (anche in Italia) come le preferite dagli automobilisti. In particolare, spiccano i modelli della nuova generazione Nissan Micra con il loro design moderno e Ignis, il micro Suv diSuzuki, oltre alla star di casa Citroen con la sua nuova C3. Chi, invece, è alla ricerca di auto più grandi, non potrà non dare uno sguardo alla Koleos di Renault, in anteprima mondiale a Parigi, e i nuovi fuoristrada della linea Discovery di Land Rover.

AUTO GREEN. Ma anche a Parigi le superstar saranno quelle auto in grado di coniugare prestazioni e rispetto dell’ambiente. In mostra ci saranno, infatti, modelli che segneranno risultati importanti nella storia delle auto elettriche; gli occhi sono tutti puntati su Volkswagen, che dopo lo scandalo dieselgate sta puntando sulle “zero emissioni”. È durante il Salone parigino che la casa automobilistica tedesca ha deciso di mostrare al mondo Meb , la sua nuova piattaforma, sviluppata per implementare la produzione di auto a elettricità. Sempre dalle tedesche arrivano altre soluzioni in favore della mobilità green: attenzione in particolare alla concept car a batteria targata Mercedes e alla Opel Ampera-e, pronta al debutto nel 2017, che promette di risolvere il problema dell’autonomia percorrendo fino a 400 chilometri con una ricarica.