Lamborghini Veneno

Veneno accelera da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 355 km/h

Un nuovo toro si aggiunge alla mandria Lamborghini che, in occasione dei 50 anni del marchio, presenta al Salone dell’auto di Ginevra un’auto davvero speciale, la Lamborghini Veneno. Speciale non solo per il suo motore V12 da 6,5 litri, i suoi 750 Cv, un design ricercato e un peso di 125 chili più leggero dell’Aventador (1.450 Kg per un rapporto peso-potenza di 1,93 Kg/Cv); la nuova Veneno è speciale anche perché sarà prodotta e venduta in soli tre esemplari. La photogallery
La supercar è il frutto di un progetto indirizzato all'ottimizzazione dell'aerodinamica e della stabilità in curva, caratteristiche che permettono alla vettura di garantire l'esperienza di guida e le sensazioni di un vero prototipo da corsa, pur essendo perfettamente omologata per l'utilizzo su strada.
All’esterno la Veneno – che può contare sulla trasmissione super veloce ISR, a sette rapporti e con cinque modalità di guida – si presenta con monoscocca e carrozzeria realizzati interamente in CFRP (Polimeri rinforzati in fibra di carbonio); all’interno dell'abitacolo sono utilizzati, invece, materiali innovativi brevettati da Lamborghini come Forged Composite e CarbonSkin.
Se il design dell’auto rispecchia appieno i canoni delle vetture super sportive di Sant'Agata Bolognese, le vernici della Veneno sono una novità assoluta: un colore grigio metallizzato con singoli elementi lucidi che risaltano nel nero della struttura in fibra di carbonio a vista. L'unica vettura che, come elemento distintivo, presenterà tutti e tre i colori della bandiera italiana sarà quella in esposizione a Ginevra. Le tre vetture vendute ai clienti compongono invece una trilogia con dettagli in verde, bianco e rosso; ognuna di esse porterà solo uno dei colori della bandiera italiana, caratteristica che quindi ne farà un pezzo unico.

SALONE DI GINEVRA 2013 – LE NOVITÀ