Massimo Bottura

Massimo Bottura, patron de L’Osteria Francescana di Modena

L’Osteria Francescana di Modena resta salda alla vetta de I Ristoranti d’Italia 2013 de l’Espresso. Il ristorante del pluripremiato chef Massimo Bottura è per il terzo anno consecutivo il primo tra i “Tre cappelli” della guida gastronomica che giunge quest’anno alla sua 35esima edizione. Anche nella versione 2013 Bottura ha conquistato il punteggio più alto, quei 19,75 punti (su 20), che già nell’edizione 2011 (e poi in quella 2012) gli avevano fatto raggiungere il punteggio più alto mai assegnato nella storia della guida.

Seguono Le Calandre di Sarmeola di Rubano e La Pergola del Rome Cavalieri di Roma che si confermano a 19,50 su 20.

I ristoranti premiati con i “Tre cappelli” – ovvero quelli che hanno raggiunto il punteggio minimo di 18/20 – salgono quest’anno a 23 (nel 2011 erano 21). Di seguito l’elenco.

RISTORANTI D’ITALIA 2013
19,75 Osteria Francescana di Modena di Massimo Bottura
19,50 La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri di Heinz Beck
Le Calandre di Rubano (Padova) di Massimiliano Alajmo
19,00 Combal.Zero di Rivoli Torinese
Piazza Duomo di Alba (Cuneo) di Enrico Crippa
Reale di Castel di Sangro (Aquila)
Ristorante Uliassi di Senigallia di Mauro Uliassi
Vissani di Baschi (Terni) di Gianfranco Vissani
18,50 Cracco di Milano
Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (Mantova)
Duomo di Ragusa
Enoteca Pinchiorri di Firenze
La Madia di Licata (Agrigento)
Villa Crespi di Orta San Giulio (Novara)
18,00 Antica Corona Reale Da Renzo di Cervere (Cuneo)
Canto dell’Hotel Certosa di Maggiano (Siena)
Colline Ciociare di Acuto (Frosinone)
Enrico Bartolini dell’Hotel Devero di Cavenago di Brianza
La Peca di Lonigo (Vicenza)
Madonnina del Pescatore di Senigallia (Ancona)
Osteria del Povero Diavolo di Torriana (Rimini)
Perbellini di Isola Rizza (Verona)
Torre del Saracino di Vico Equense (Napoli)