BusinessPeople

L'editoriale

Torna a Le opinioni
ARCHIVIO
  • Incapaci di intendere e di volere
    Incapaci di intendere e di volere

    Se non vivessi nel Paese in cui vivo. Se non subissi la classe politica che subisco, unitamente alle sue leggi. Se la mia azienda non patisse per la crisi per cui patisce tutta la nazione. Sarei il più grande sostenitore della sovranità nazionale italica, nonché fautore del libero arbitrio tricolore.

  • Quel che insegna la moda
    Quel che insegna la moda

    C’è una lezione che – al di là dei panegirici che hanno salutato la straordinaria performance della quotazione della sua Moncler – insegna l’esperienza del patron Remo Ruffini all’imprenditoria nostrana. Riassunta per una parte dalle sue dichiarazioni post exploit quando, al pari di un...

  • Questione di cuore
    Questione di cuore

    Il rischio più grande è quello di non correre nessun rischio, ci si sente solitamente ripetere. E quella dell’imprenditore è una professione votata al rischio. Che in questi anni si è ingigantito fino a rappresentare una mole sempre maggiore delle nostre responsabilità.

  • Legge di in-Stabilità
    Legge di in-Stabilità

    Anche se al momento di andare in stampa non è stato ancora approvato un testo definitivo, dato che, come ha avuto modo di sibilare tra i denti il presidente di Confindustria Squinzi, «sono probabili altre porcate», va detto che su una cosa non si può non concordare: a meno di improbabili radicali...

  • Cercansi visionari
    Cercansi visionari

    Mi rifiuto di credere che in Italia, come sostengono ormai sempre più manager, sia impossibile fare impresa. Certo, i presupposti per dare loro ragione ci sono tutti. Il nostro è il Paese con più tasse, il maggior debito pubblico (in buona compagnia con Grecia e Giappone), una burocrazia iperlenta,...

LA RIVISTA
Anno XVII n 6 giugno 2022
Copyright © 2022 - DUESSE COMMUNICATION S.r.l. - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Credits: Macro Web Media