Maggior sicurezza sul posto di lavoro? Forse. Sicuramente la crisi economica ha influito sui dati resi noti oggi dall’Inail (Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro) riguardanti gli infortuni sul lavoro: nel 2009 gli incidenti hanno registrato un calo del 9,7% rispetto all’anno precedente (790 mila infortuni contro gli oltre 875 mila del 2008). In particolare nel 2009 la flessione degli incidenti è stata più accentuata per gli uomini (-12,6%) rispetto alle donne (-2,5%) mentre i casi mortali – in riduzione del 6,3% – si sono ridotti più per le donne (-14%) che per gli uomini (-5,6%).
Una diminuzione così alta degli infortuni sul lavoro non si vedeva dal 1993, ma va considerato anche il ‘fattore crisi’ che, secondo elaborazioni Inail, ha ridotto del 3% il tempo di esposizione dei lavoratori al rischio con una riduzione reale degli infortuni stimabile al 7% e per gli incidenti mortali al 3,4%.
Infine c’è un altro dato rilevante: quello riguardante alle malattie professionali. Lo scorso anno le denunce complessive sono state 34.646, il valore più alto degli ultimi 15 anni (+15,7% rispetto al 2008).