Sono importanti i voti - certo - ma le aziende considerano ancora di più il rispetto dei tempi previsti per la laurea. È il risultato di una ricerca del network interuniversitario lombardo Cilea su un campione di quasi 600 aziende. Al primo posto delle caratteristiche considerate sono dati anagrafici e carriera scolastica. Particolarmente importanti la facoltà, il corso di laurea e le esperienze all’estero, conta meno il voto di laurea mentre è poco significativa la tesi. È benvista ogni esperienza professionale o di stage.