Il blocco dei contratti pubblici in vigore dal 2009 è illegittimo. Questa dovrebbe essere la sentenza della Corte Costituzionale secondo la Reuters , in attesa del comunicato ufficiale. In arrivo dunque un altro duro colpo per il governo, anche se sembra che il pronunciamento non dovrebbe avere valore sul passato e quindi non dovrebbe avere conseguenze immediate per i conti pubblici.
Il ricorso contro il blocco dei contratti era stato presentato dal sindacato Confsal-Unsa e rappresenta un potenziale pericolo da 35 miliardi di euro per le casse dello Stato per lo stop tra il 2010 e il 2015 e un effetto strutturale di 13 miliardi annui a partire dal 2016.