Inclusione, Arte, Cultura, Salute e Disabilità: sono questi i temi che hanno ispirato le nuove app sviluppate dagli studenti della terza edizione di Samsung App Academy, il progetto di formazione professionale ideato da Samsung in collaborazione con la Business School del Politecnico di Milano (Mip) il dipartimento di ElettronicaInformazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano (Deib), che ha offerto gratuitamente la possibilità a 25 giovani di talento senza occupazione di imparare a sviluppare App Android, un settore in forte crescita in Italia (a oggi vale già 25,7 miliardi ed entro il 2017 raggiungerà un peso pari al 2,33% del Pil), facilitando l’ingresso in un mercato del lavoro sempre più digitale, competitivo e globalizzato.

APP PER IL DOMANI. L’edizione di quest’anno, APP4Tomorrow, è stata caratterizzata da un approccio ancora più concreto, che ha visto i suoi protagonisti lavorare in stretta collaborazione con una rosa di aziende partner – ETT, DS Group, Gulliver, Matic, Thesisquare, Vidiemme Consulting, Xonne – per realizzare app in grado di rispondere a bisogni concreti della comunità locale. Il Comune di Brescia, l’AUSL di Teramo, il Consorzio Nazionale delle Biblioteche del Nord Ovest di Milano, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Museo Gallerie dell’Accademia di Venezia, Liberi di Muoversi di Parma e il dott. Giusto Viglino, direttore S.O.C. Nefrologia, Dialisi e Nutrizione Clinica - direttore Dipartimento Area Medica dell’Ospedale San Lazzaro di Alba, implementeranno infatti nel corso dei prossimi mesi le app create dai ragazzi, introducendo nuovi servizi digitali per tutti i cittadini.

MEGLIO DI UN’AGENZIA INTERINALE. Il valore di App Academy, nata anche per rispondere al problema della disoccupazione giovanile, che in Italia raggiunge il 35,3% tra i 15 e i 24 anni, è dimostrato dai risultati delle prime due edizioni, che hanno saputo generare opportunità concrete di lavoro. Da un’indagine condotta tra i 60 ex studenti del corso, emerge infatti che il 95% di loro ha trovato un’occupazione qualificata, di cui il 55% nel settore informatico/web/Internet. Il 35% degli studenti di Samsung App Academy inoltre è costituito da donne, a conferma che il digitale non è più un settore per soli uomini.