I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Due notizie, due mandati di arresto condizionano le scalette dei telegiornali di prima serata: l'arresto dell'ex ministro Claudio Scajola (leggi di più) e dei provvedimenti eseguiti in seguito ad appalti truccati in chiave Expo 2015 (leggi di più). Di fronte a questi due eventi, l'attenzione della stampa italiana nei confronti della politica – tra riforma del Senato, elezioni europee e decreto lavoro – passa in secondo piano. Cala, seppur restando nei titoli dei Tg, l'interesse per gli scontri di sabato 3 maggio a Roma, in occasione di Fiorentina-Napoli. Più attenzione, invece, per l'economia: la decisione della Bce ha portato in rialzo le Borse europee, favorendo la chiusura di Piazza Affari e lo spread. In dettaglio ecco come, nella serata di giovedì 8 maggio, sono state trattate le notizie dai telegiornali:

La società vista dai telegiornali di un anno fa - Le edizioni dell’8 maggio 2013

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Cronaca interna. Expo, cupola di politici e imprenditori pilotava gli appalti: arrestati il general manager, Greganti e Frigerio, uomini di tangentopoli.
2. Cronaca interna. A Roma arrestato l’ex ministro Scajola: avrebbe favorito la latitanza dell’ex deputato Matacena. Indagine partita dai fondi neri della Lega.
3. Politica interna. Renzi: “La politica non metta becco sulle indagini, con l’ex Cavaliere faccio le riforme, non il governo - poi annuncia - Dal 2015 addio al 740”.
4. Politica interna. Berlusconi al Tg1 : “Sulle riforme è il Pd che collabora con noi, l’avevamo già fatte nel 2005”. Grillo: “Questo governo va spazzato via”.
5. Cronaca interna. Scontri all’Olimpico: un commando di quattro persone contro i tifosi partenopei. Napolitano: “Assoluta intrasigenza contro i violenti”.
6. Cronaca interna. Piacenza, dimenticò il figlio in macchina sotto il sole: una perizia scagiona il padre che a giugno provocò la morte del bimbo di due anni.
7. Attualità. Vendite in calo per l’editoria nel 2013: apre a Torino il 27esimo Salone internazionale del libro: tema conduttore il bene. Una cupola di San Pietro fatta di libri, il Paese ospite è la Città del Vaticano.

TG5 – Mediaset
1. Cronaca interna. Carriera e protezione in cambio di appalti per l’Expo in Lombardia: sette arrestati, tra loro il top manager Angelo Paris e Primo Greganti, ex Dc e Pds, già coinvolto in Mani Pulite. La Procura divisa: Robledo non firma l’inchiesta.
2. Cronaca interna. Arrestato per ordine della Dia di Reggio Calabria l’ex ministro Claudio Scajola, è accusato di aver favorito la latitanza all’estero dell’ex deputato Amedeo Matacena. A incastrarlo, le intercettazioni.
3. Politica/Cronaca interna. Renzi, dal prossimo anno, cambia la dichiarazione dei redditi: addio al 740. Berlusconi attacca il governo: “Gli 80 euro? Li pagheranno i pensionati. Io vittima di una condanna assolutamente infondata”.
4. Finanza. L’euro a un soffio da 1,40 sul dollaro e la bassa inflazione allarmano la Banca centrale; preoccupazione di Draghi: “Serve una strategia unica. Tassi invariati”. Vola, intanto, Piazza Affari: spread ai livelli di tre anni fa.
5. Cronaca interna. Combaciano i racconti delle lucciole vittime del maniaco seriale di Firenze; gli inquirenti: “Un folle, ma lucido”. Tagliava il nastro adesivo con le chiavi, ma il Dna è lo stesso in almeno tre casi.
6. Cronaca interna. Le perizie psichiatriche scagionano il padre che, un anno fa, dimenticò il figlio di due anni in auto sotto il sole: l’uomo ebbe un’amnesia dissociativa, fu lui stesso a trovare il piccolo Luca morto asfissiato.
7. Politica interna. Napolitano: “Contro i violenti intransigenza assoluta, guai ad alimentare diffidenza verso la polizia”. Per i pm ad aggredire i tifosi napoletani, insieme all’ultras della Roma: un commando di almeno quattro persone.

TG LA7 Cairo Communication
1. Cronaca interna. La Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria ha arrestato Claudio Scajola, l’ex ministro dell’Interno e dele Attività produttive è accusato di aver favorito la latitanza di Amedeo Matacena, l’imprenditore reggino ex deputato Pdl, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa. Matacena è a Dubai, in attesa di estradizione, Scajola si sarebbe adoperato per aiutarlo a trasferirsi in Libano dove, sapete, c’è già Marcello Dell’Utri. L’ex coordinatore di Forza Italia respinge tutte le accuse.
2. Cronaca interna. Nuova tangentopoli a Milano? Sicuramente sono state arrestate vecchie conoscenze: Gianstefano Frigerio, Primo Greganti, nella stagione di Mani Pulite si è parlato tanto di loro; sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza con altre cinque persone, tra loro il direttore Pianificazione e acquisti di Expo, Angelo Paris, e l’ex parlamentare di Forza Italia Luigi Grillo; sono accusati di aver costituito un’associazione a delinquere, una vera e propria “cupola” finalizzata a truccare gli appalti per l’Expo dell’anno prossimo, e non solo. “Ora, recisi i rami malati, l’Expo può ripartire”, ha detto il capo della Procura di Milano.
3. Finanza. La Banca centrale europea si appresta a una manovra finanziaria, a un intervento straordinario anticrisi a giugno? Lo fanno capire le parole di Mario Draghi, presidente della Bce, e le Borse volano: Milano chiude a 2,3%, i buoni del Tesoro decennali toccano un nuovo minimo e lo spread torna sotto quota 150 punti, ai livelli di maggio 2011. Anche Moody’s dà fiducia all’Italia e rivede al rialto le stime del Pil.
4. Politica interna. Con Berlusconi non sto formando un governo, ma cerco un accordo per riscrivere insieme le regole del gioco”, dice Renzi; spiega così l’abbraccio con Forza Italia, che ha salvato il cammino della riforma del Senato. Ma il percorso resta accidentato, pieno di ostacoli. A poco più di due settimane dalle elezioni europee i piccoli partiti in cerca di voti per superare la soglia del 4%, semi-oscurati dai tre big, attaccano la Rai e chiedono visibilità rispetto alla par condicio.
5. Politica/Cronaca interna. “Non ci fu trattativa sui fatti dell’Olimpico”, dicono sia il procuratore di Roma, sia il procuratore federale del calcio; per i magistrati, quello ordinario e quello sportivo, fu solo Daniele De Santis a sparare sabato scorso; ma non era solo. Il commando era composto da almeno altre tre persone con un casco a testa. Agli scontri dell’Olimpico fa riferimento anche il capo dello Stato, che chiede “intransigenza assoluta” per chi si presenta con le spranghe.
6. Cronaca estera. “Nell’Ucraina dell’est si voterà il referendum per la secessione di domenica”, il leader filo-russo contraddice il presidente Putin, che aveva chiesto un rinvio nella speranza di intavolare una trattativa con Kiev; mentre l’Unione europea si prepara ad affrontare le sanzioni e a colpire le società russe per cercare di arginare la crisi.

SKY TG24 Sky Italia
Non disponibili