I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . In Ucraina vince la piazza, Yanukovich costretto alla fuga. La notizia del nuovo governo di unità nazionale di Kiev trova spazio nei titoli di tutti i telegiornali di domenica 23 febbraio 2014, ma la priorità per la stampa italiana è il neonato governo Renzi, che si prepara ad affrontare il voto di fiducia in Parlamento. Argomento trattato da tutti i Tg delle 20 è l’apertura a una tassazione sui Bot da parte del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, mentre esce dai titoli l’argomento legge elettorale.
L’argomento marò è un altro tema trattato da tutti i telegiornali, a eccezione del Tg1 , l’unico a dedicare un titolo al Festival di Sanremo 2014, conclusosi con la vittoria di Arisa. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di domenica sera:

La società vista dai telegiornali di due anni fa - Le edizioni del 23 febbraio 2012

Le edizioni precedenti

TG1 Rai
1. Politica interna. Domenica di lavoro per Matteo Renzi: taglio al cuneo fiscale, Irpef, lotta alla burocrazia. Lunga telefonata con la cancelliera Merkel.
2. Politica interna. Delrio apre alla tassa sui Bot, ma dice no alla patrimoniale: “Serve legge sul conflitto di interessi. Letta? Non abbiamo defenestrato nessuno”.
3. Politica interna. Domani il governo alla prova della fiducia. Alfano: “Subito riduzione delle tasse su famiglie e imprese”. Forza Italia: “No a rapine sui risparmi”.
4. Cronaca estera. Ucraina, mistero su Yanukovich, fuggito in elicottero. La Timoshenko: “Non sarò premier”. Merkel e Putin: “Difendere l’integrità del Paese”.
5. Cronaca. Messa di Papa Francesco con i nuovi cardinali: “Entrate nella Chiesa, non in una corte. Evitate le chiacchiere e gli intrighi”.
6. Cronaca interna. “Io ho ancora paura”, parla in esclusiva al Tg1 Lucia Annibali, la donna aggredita con l’acido dall’ex fidanzato; per lui chiesti 20 anni di carcere.
7. Televisione. Cala il sipario su Sanremo 2014, un festival che ha scatenato polemiche sul calo d’ascolti; il picco di telespettatori nella serata finale per il monologo di Crozza e commenti favorevoli per la vittoria di Arisa con la canzone Controvento .

TG5 – Mediaset
1. Politica interna. Domani al Senato il debutto del governo Renzi, che via Twitter dice: “Stop alla burocrazia, proverò a ridurre l’Irpef”. Delrio possibilista sull’aumento di tasse sui Bot. Sofferto sì di Civati all’esecutivo, Forza Italia: “Aspettiamo il programma”. Le incognite dei numeri a Palazzo Madama.
2. Cronaca interna. Trovato nel Po il corpo di un imprenditore scomparso a Cremona; si è tolto la vita oberato dai debiti. A Pomigliano la rabbia dei commercianti, in piazza dopo il suicidio del panettiere multato per duemila euro.
3. Giustizia. Linea dura del governo indiano sui nostri due marò, il ministro della Difesa: “Nessun cedimento, né compromessi sul processo. I militari saranno giudicati con le nostre leggi”.
4. Cronaca estera. Resa nei conti in Ucraina, entro martedì il nuovo governo di unità nazionale; telefonata Putin-Merkel. Timoshenko: “Non mi candido a diventare premier”. Yanukovich, la fu in elicottero. Da Saddam a Gheddafi, gli assalti ai palazzi del potere.
5. Attualità. Cibi economici, ricchi di grassi e scarsa attività fisica: in Italia il 22% dei bambini è in sovrappeso e oltre il 10% è a rischio di obesità. Fenomeno in crescita nei Paesi colpiti dalla crisi; i consigli del pediatra. §
6. Sport. Il Milan espugna Marassi e batte la Sampdoria; solo un pari casalingo per l’Inter, contro il Cagliari finisce 1-1; Verona corsaro a Livorno.

TG LA7 Cairo Communication
1. Politica interna. Governo Renzi, primi obiettivi: “la burocrazia è la madre di tutte le battaglie”. Il premier prepara il suo discorso d’esordio in Parlamento - domani fiducia in Senato e martedì, lo ricordiamo, alla Camera - e su Twitter ne anticipa alcuni contenuti: in cima alle priorità mette la giustizia e la digitalizzazione del sistema statale; poi in serata colloquio telefonico con la Merkel. Il sottosegretario Delrio dice no alla patrimoniale, ma ipotizza la tassazione dei Bot: “a chi ne ha per 100 mila euro, ne possono togliere 30”.
2. Politica interna. Nonostante mal di pancia e critiche non ci saranno scissioni o prese di distanza nel Partito democratico. A Bologna il democratico dissidente, Filippo Civati, raduna i suoi, smentisce clamorose dissociazioni, ma conferma i suoi dubbi sul governo Renzi: “Sulla fiducia voterei no, ma voglio rimanere nel partito”. I vecchi leader promettono fedeltà; da Bersani appello all’unità del partito: “La fiducia al governo si vota, altrimenti finisce il Pd”.
3. Finanza/Economia. E c’è attesa, intanto, per le prime reazioni dei mercati internazionali al cambio di governo in Italia. Il presidente della Bce, Mario Draghi, sollecita Renzi ad approfittare del momento di ripresa dopo gli anni duri della recessione; “ora è necessario fare al più presto le riforme”. Il governatore di Bankitalia Visco concorda, esprime stima al neoministro Padoan, “lui sa cosa deve fare”, e aggiunge: “Bisogna creare un clima favorevole alle imprese”.
4. Giustizia. La Corte suprema indiana domani si riunisce per chiarire in base a quali norme perseguirà i due fucilieri italiani Latorre e Girone, accusati di omicidio; ma il ministro della Difesa di New Delhi oggi gela la diplomazia italiana e sposa la linea di intransigenza: “Non c’è spazio a compromessi - dice, e avverte - I due fucilieri saranno processati in base alle nostre leggi”.
5. Cronaca estera. In Ucraina inizia il dopo Yanukovich, ha vinto la piazza: il presidente deposto è in fuga, come molti dei suoi ex ministri. Il Parlamento confisca i beni del regime, lo stesso partito di Yanukovich prende le distanze e lo accusa di aver tradito il Paese. Intorno al futuro dell’Ucraina l’Unione europea e la Germania invitano la leader dissidente Julija Timoshenko ad assumere la guida dell’Ucraina; lei ringrazia e dice no, assicura impegno e accetta l’invito a incontrarsi con Angela Merkel.

SKY TG24 Sky Italia
1. Politica interna. Renzi al lavoro sul discorso di domani per la fiducia in Senato. Delrio sicuro: “Dimostreremo di essere all’altezza.
2. Politica interna. Burocrazia e agenda digitale, le priorità del governo, che apre a una tassa sui Bot ma esclude la patrimoniale.
3. Politica interna. Civati voterà la fiducia “per non uscire dal Pd”; Brunetta: “Il premier mantenga gli impegni”. Passera lancia il suo movimento.
4. Giustizia. Braccio di ferro dell’India sui marò: “Non siamo disponibili a compromessi”. Ma il governo italiano ribadisce: “Faremo di tutto”.
5. Cronaca estera. L’Ucraina dopo la svolta: la Timoshenko rifiuta il ruolo di premier, Yanukovich fugge in elicottero. Manifestanti in piazza.
6. Cronaca. Messa del Papa in San Pietro con i nuovi cardinali: “Evitare intrighi, chiacchiere e cordate”, ammonisce Francesco.
7. Sport. Chiusura sottotono per la spedizione azzurra di Sochi, l’Italia al 22° posto del medagliere olimpico.
8. Sport. Serie A: il Milan torna alla vittoria, l’Inter stecca in casa; in campo Juve e Torino nel derby della Mole.