I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Quattro telegiornali, quattro aperture diverse. Una novità per i Tg di prima serata che, spesso, concordano nella scelta dell’argomento principale della serata. Mercoledì 3 ottobre, invece, ognuno prende la sua strada: il Tg1 dà priorità alla legge elettorale e allo scontro interno nel Pd per le primarie; il Tg5 annuncia l’arresto di Giuseppe Saggese, ad di Tributi Italia, per aver sottratto 100 milioni di euro a numerosi Comuni italiani; il Tg la7 dedica più importanza al disegno di legge anti-corruzione; mentre Sky Tg24 apre la scaletta con la condanna a 10 anni di carcere a Daccò per il crack del San Raffaele.
Se l’apertura scelta dal telegiornale di Canale 5 è una notizia ripresa da tutti i telegiornali, l’argomento anti-corruzione viene considerato di primaria importanza solo dal Tg La7 ; altro argomento presente solo su un telegiornale (il Tg5 ) è la protesta di un imprenditore triestino sulla Cupola di San Pietro a Roma.
Mercoledì si torna a parlare anche di esteri: Tg1 e Tg5 guardano al primo faccia a faccia tra Obama e Romney per la corsa alla Casa Bianca, mentre il Tg La7 è l’unico telegiornale a dedicare un titolo alla guerra civile in Siria. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di mercoledì sera:

Com’era andata un anno fa?I telegiornali del 3 ottobre 2011

Tg1 – Rai

1. Politica interna. Legge elettorale, primarie dividono i partiti: scontro tra Pd e Renzi sul doppio turno per la scelta del candidato premier. Monti vede Bersani.

2. Politica interna/Economia. Napolitano: “L’Italia ha le energie per superare la crisi”. Grilli: “In Italia ripresa già nella seconda metà del 2013”.

3. Cronaca interna. Riscuoteva le tasse per 400 Comuni e ha sottratto 100 milioni: in carcere l’amministratore di Tributi Italia. Spendeva in auto, yacht e viaggi.

4. Giustizia. L’inchiesta sulle Regioni, si vagliano migliaia di documenti. Attesi sviluppi domani, dopo l’interrogatorio in carcere di Fiorito.

5. Politica estera. La corsa alla Casa Bianca, stasera il primo duello Tv tra Obama e Romney: 90 minuti di tempo per conquistare gli elettori indecisi.

6. Cronaca interna/Sport. Inchiesta sulle compravendite dei calciatori: perquisita la sede del Napoli calcio e della Figc. Nel mirino società e procuratori.

7. Attualtà. Italia.0: cresce l’uso di Internet come mezzo di comunicazione; secondo un rapporto del Censis oltre il 60% degli italiani naviga sul Web. Aumentano gli iscritti ai social network, soprattutto tra i giovani, i più disaffezionati alla lettura dei giornali.

Tg5 – Mediaset

1. Cronaca interna. Arrestato Giuseppe Saggese di Tributi Italia: riscuoteva l’Ici e altre tasse per conto di 400 Comuni e se li intascava. Sottratti 100 milioni di euro, doveva essere l’alternativa a Equitalia.

2. Economia. Corte dei Conti: l’Italia ai vertici mondiali dell’evasione fiscale, in testa professionisti e autonomi. Cresce l’insofferenza dei cittadini: 7 su 10 li vorrebbero in carcere.

3. Giustizia. Crack San Raffaele, il faccendiere Daccò condannato a 10 anni, il doppio di quanto chiesto dall’accusa, e dovrà risarcire 5 milioni. La difesa: “Una sentenza con i piedi d’argilla”.

4. Cronaca interna. Continua la protesta di un imprenditore triestino contro il governo: da ieri è barricato sulla Cupola di San Pietro. “Sono stremato, voglio risposte”, dice al Tg5 , poi gli finisce la batteria del telefonino.

5. Cronaca interna. Ilva, scoppio nel reparto sotto sequestro: operaio ustionato dalle scorie incandescenti. I dati dell’Asl: a Taranto, nell’ultimo anno, i ricoveri per tumore aumentati del 50%. Via libera alla legge sul risanamento.

6. Politica estera. America inchiodata ai televisori: stasera il duello tv tra Obama e Romney. Un tweet a Michelle per l’anniversario di matrimonio, il Presidente pronto alla prima delle tre sfide con il candidato Repubblicano.

7. Cronaca interna. Delitto di Lignano, fermato e interrogato a Cuba Reiner, detto Tyson, indagato insieme alla sorella Lisandra. Il figlio delle vittime scrive al ministro Terzi: “Ora l’estradizione”.

8. Cronaca interna/Musica. Vasco Rossi ha lasciato la clinica dove era ricoverato per il riacutizzarsi di un infezione; i medici erano contrari, ma la rock star proseguirà le terapie a casa.

Tg La7 – Telecom Italia Media

1. Politica interna. Mai più in Parlamento, al Governo, nelle Regioni e nei Comuni chi ha subito una condanna con sentenza definitiva superiore ai due anni di carcere; diventa automaticamente incandidabile: la norma, contenuta nel disegno di legge anti-corruzione, sarà in vigore già alle prossime politiche in primavera e sbarra le porte a 26 tra deputati e senatori in carica nell’attuale legislatura.

2. Politica interna. Bersani boccia di nuovo l’ipotesi di un Monti bis; dopo l’incontro a Palazzo Chigi assicura lealtà al presidente del Consiglio ma ha perplessità sul suo nuovo incarico. La scelta allarga le divisioni con Casini e apre le polemiche nello stesso Pd, con Veltroni che dice: “Se Monti è disponibile è una risorsa per il Paese”. Intanto nel Pd cambiano le regole delle primarie e Renzi si infuria.

3. Politica interna. Tra poco a Palazzo Grazioli, a Roma, inizia quello che potrebbe essere anche uno degli ultimi vertici del Pdl, con l’ombra della scissione che si allunga e diventa una possibilità concreta. “Siamo un partito sospeso”, dice la Santanchè, mentre Alfano prova a mediare con gli ex An; Ma su tutto pesa la variabile Berlusconi.

4. Giustizia. Ecco la prima condanna sul dissesto finanziario del San Raffaele, pesantissima: 10 anni di carcere a Pierangelo Daccò, il lobbista della sanità lombarda amico di Formigoni, colpevole di bancarotta e associazione per delinquere. Con la sentenza i magistrati confermano l’impianto accusatorio della Procura che aveva parlato di un vero e proprio “sistema San Raffaele”.

5. Cronaca interna. Riscuoteva le tasse locali, ma intascava i soldi invece di darli ai Comuni. L’amministratore delegato di Tributi Italia, Giuseppe Saggese, arrestato oggi con l’accusa di peculato. Due anni di indagini per sciogliere il meccanismo con cui l’uomo si arricchiva, lasciando nei guai ben 400 Comuni italiani. Sono stati sequestrati beni per nove milioni di euro, ma il buco che ha lasciato è assai più ingente: 100 milioni.

6. Politica interna/Economia. “Di fronte alla crisi dobbiamo impegnarci per un rilancio urgente dell’economia, ma anche sul fronte dell’equità; però non abbiamo la bacchetta magica”, dice il ministro dell’Economia. “Attiveremo strumenti per la dismissione del patrimonio dello Stato, ma non saranno vendute Eni e Enel”, precisa Grilli che aggiunge: “Intanto vediamo di far di tutto per evitare l’aumento dell’Iva”.

7. Cronaca estera. Nuove stragi, terribili, in Siria, la Comunità internazionale come al solito si limita a guardare: Ad Aleppo tre bombe esplodono nel centro e provocano la morte di almeno 50 persone. Esplosioni anche nella capitale, mentre arrivano notizie di forti tensioni alla frontiera con la Turchia.

Sky Tg24 – Sky Italia

1. Giustizia. Dieci anni di carcere a Daccò per il crack del San Raffaele, il doppio della richiesta del pm; dovrà risarcire 5 milioni.

2.Cronaca interna. Intascavano le tasse dei cittadini, arrestato l’amministratore delegato di Tributi Italia; almeno 100 i milioni sottratti.

3.Politica interna. Bersani boccia il Monti bis: “Il Paese ha bisogno di normalità”, dice. Intanto nel Pd cambiano le regole delle primarie. Renzi non la prende bene.

4.Cronaca interna. Ilva, fiamme in uno dei reparti sotto sequestro, ustionato un operaio. Terminata la protesta sull’altoforno, il decreto di bonifica diventa legge.

5.Cronaca interna. Scossa di terremoto in tutto il Nord Italia, l’ultima di magnitudo 4.5 in Emilia; paura dal Piemonte al Veneto ma pochi danni.

6. Cronaca interna/Sport. Blitz della Guardia di Finanza nel sedi della Figc e del Napoli, nel mirino operazioni di mercato; la società commenta: “Nessuno indagato”.

7. Sport. Champions, impresa del Milan: vince 3-2 contro lo Zenit di San Pietroburgo; ora è Spalletti a rischiare.

8. Cronaca interna/Musica. Vasco Rossi sfida i medici e lascia la clinica per curarsi a casa. Il cantante fa gli scongiuri: “Se leggo che sono morto vuol dire che sono vivo”.