I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Tre aperture differenti per la serata del 27 settembre. Se Tg La7 e Sky Tg24 dedicano il primo titolo al mercoledì nero delle Borse europee, influenzate anche dalle proteste di piazza a Madrid e Atene, Tg1 e Tg5 hanno alter priorità: il telegiornale della Tv pubblica, che non trascura il tema dei costi della politica (altro tema principale della serata), dedica i primi due titoli ai rappresentanti dello Stato (Giorgio Napolitano e Mario Monti); il Tg5 , invece, esprime piena solidarietà inserendo in apertura il caso Sallusti, attuale direttore de il Giornale ed ex di Libero, condannato a 14 mesi di carcere per diffamazione a mezzo stampa. La vicenda di Alessandro Sallusti viene inserita nella scaletta di tutti i telegiornali, così come quella dell’Ilva: dopo la decisione del gip, gli stabilimenti di Taranto rischiano lo stop alla produzione.
Per la cronaca interna, solo il Tg La7 non dà importanza al tamponamento tra metropolitane a Milano, che causa una ventina di feriti; una scelta decisamente diversa da quella operata dal Tg5 e Sky Tg24 che parlano addirittura di “terrore” e “tragedia sfiorata” per uno scontro tra un treno fermo e uno che viaggiava a 14 chilometri orari. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di mercoledì sera:

Com’era andata un anno fa?I telegiornali del 26 settembre 2011 a confronto

Tg1 – Rai

1. Politica interna. Nuovo monito di Napolitano: “L’Europa ci chiede maggiore impegno nella lotta alla corruzione”. Le Regioni presentano il loro piano di tagli.

2. Politica estera. Mario Monti a New York: tra pochi minuti l’intervento alle Nazioni Unite, dove hanno parlato il presidente iraniano Ahmadinejad e quello egiziano Morsi.

3. Giustizia/Cronaca interna. Ilva, gip boccia produzione minima; Clini: “Non si interrompa processo avviato da ministero”. Operai su torre: due giorni di sciopero.

4. Finanza. Borse a fondo: Milano perde 3,5%. Grilli: “Non abbiamo bisogno di aiuti”. Per Bundesbank l’Italia è forte e può farcela da sola.

5. Giustizia. Sallusti, Cassazione conferma condanna per diffamazione: pena sospesa, sdegno generale. Severino: “Cambiare norma”.

6. Cronaca interna. Incidente nel metrò di Milano: due treni si scontrano, una ventina i feriti. L’impatto provocato da un malore di uno dei macchinisti.

7. Attualità. Tumori in Italia: più malati al Nord, ma aumentano le guarigioni. Ministro Balduzzi: “Il nostro Paese all’avanguardia nella lotta a questa malattia”.

8. Cinema. Sarà Cesare deve morire , il film di Paolo e Vittorio Ottaviani coprodotto da Rai Cinema, a rappresentare il nostro Paese nella corsa agli Oscar. “Siamo felici - dicono i registi - ma è solo l’inizio, c’è tanta strada da fare”.

Tg5 – Mediaset

1. Giustizia. La Cassazione conferma: 14 mesi al direttore de il Giornale per diffamazione a mezzo stampa. Sallusti: “Vado in galera, no a misure alternative”. Indignazione bipartisan, il sindacato giornalisti: “Decisione sconvolgente”. La Procura di Milano sospende l’esecuzione della pena.

2. Politica interna/Economia. 6,4 miliardi di euro l’anno: tanto ci costa il funzionamento della politica, in media, secondo la Uil, 209 euro a contribuente. Le Regioni mettono i partiti a dieta, pronta la proposta per tagliare i fondi ai gruppi.

3. Giustizia/Cronaca interna. Ilva, il giudice di Taranto respinge il piano di risanamento e la richiesta di mantenere una produttività minima: “Sulla salute non si tratta”. Continua la protesta degli operai sull’altoforno: “Noi non scendiamo”.

4. Cronaca estera/Finanza. Indignados ancora in piazza: a Madrid torna la paura dopo gli scontri di ieri. I timori sulla Spagna affossano i mercati: Milano perde oltre il 3%, spread a 375 punti.

5. Cronaca interna. Terrore in metropolitana a Milano: una ventina di feriti nel tamponamento tra due treni; incidente causato da un malore di un macchinista.

6. Cronaca interna. Sgominata una banda di trafficanti di uomini che agiva nel nord Italia: disabili venivano comprati in Romania e costretti a mendicare per strada. Dodici aguzzini in manette.

7. Cronaca interna. In Calabria, a Pedace, nel paese dei comunali assenteisti, 11 dipendenti su 30 ai domiciliari per truffa; e i compaesani si dividono tra innocentisti e colpevolisti.

Tg La7 – Telecom Italia Media

1. Finanza/Cronaca estera. Nelle Borse torna la paura: mercoledì nero per Piazza Affari, che perde 3,3 punti e si conferma come la piazza peggiore della giornata, subito dopo Madrid. In Europa bruciati 133 miliardi di euro. Con Spagna e Grecia nel caos politico, con manifestazioni ad Atene e soprattutto a Madrid, lo spread riprende a correre, attestandosi attorno a 380 punti. Allarme anche dell’Istat: “Crollano le vendite con i consumi che tornano ai livelli di 20 anni fa”.

2. Giustizia/Cronaca interna. Ilva, niente produzione minima. Il Gip la boccia e dice di no al progetto di risanamento da 400 milioni: “Sulla salute non si può mercanteggiare. Non accettiamo soluzioni al ribasso”. Adesso lo spegnimento degli impianti e il blocco dello stabilimento diventano possibilità concrete. Gli operai sull’altoforno chiedono certezza, la politica rimane a guardare.

3. Politica interna. Gli scandali avanzano e il disegno di legge anticorruzione arretra in Parlamento. Deve intervenire è il capo dello Stato a ricordare che “è l’Europa a chiederci un impegno di lotta alla corruzione, una battaglia sulla quale non siamo messi bene. Una condizione di inferiorità rispetto agli altri Paesi europei”. Da Bersani e Casini un appello: “Per approvare la legge il governo usi pure la fiducia”.

4. Politica interna. Ma Renata Polverini si è dimessa, oppure no? Il Pd del Lazio segnala il caso e parla di colossale presa in giro: “Sono due giorni che la Polverini racconta un fatto che non è avvenuto”. Lei replica decisa: “Ci sono procedure da seguire. Giorno più, giorno meno cosa cambia?” Braccio di ferro politico sulla data delle elezioni: sarà election day, oppure no?

5. Giustizia. Caso Dell’Utri, la Cassazione decide che non spetta a Palermo indagare su questa vicenda, del presunto, come si sa, tentativo di Dell’Utri di incidere su Berlusconi. Il processo, se ci sarà, ma comunque l’inchiesta passa a Milano dove ci sarà Ilda Boccassini a gestirla. Sul tavolo della Pm, accusata negli anni, come si sa, di essere molto decisa nei confronti dell’ex premier, arriva l’inchiesta sulla presunta estorsione.

6. Giustizia. Sallusti, la Cassazione conferma la condanna a 14 mesi di reclusione per un articolo considerato diffamatorio che uscì su Libero , di cui era direttore responsabile. “Stasera mi dimetto, andrò in galera”, dice il direttore de il Giornale . Probabilmente non ci finirà, perché l’esecuzione della pena è stata sospesa; ma all’unanimità l’Ordine professionale dei giornalisti, il sindacato dei giornalisti e la politica deplorano la vicenda. Il ministro Severino dice: “Bisogna cambiare quelle norme”.

Sky Tg24 – Sky Italia

1. Finanza/Cronaca estera. La febbre spagnola contagia i mercati: Milano chiude a -3,2%, vola lo spread. Dopo Madrid scontri in piazza anche ad Atene.

2.Giustizia/Cronaca interna. Stop all’Ilva, il gip boccia anche il piano di produttività al minimo. La protesta non si ferma: nuovi scioperi domani e venerdì.

3.Politica interna. Le Regioni presentano un piano per tagliare gli sprechi di fondi pubblici; si guadagnano l’apprezzamento del Presidente Napolitano.

4.Politica estera. Un professore al Palazzo di vetro: tra poco Mario Monti parla all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

5.Giustizia. Sallusti in carcere, confermata la condanna a 14 mesi per diffamazione: il direttore de il Giornale rinuncia alle misure alternative.

6. Cronaca interna. La tragedia sfiorata alla metropolitana di Milano: un incidente tra due convogli, una ventina di feriti e si indaga sulle cause.

7. Sport. La Serie A cerca l’anti-Juve: stasera la sfida Napoli-Lazio, prova d’appello fra le due milanesi, duello fra i rivali Zeman e Ferrara.

8. Cinema. Cesare deve morire dei fratelli Taviani candidato italiano per l’Oscar, cercherà di entrare nella cinquina delle nomination.