I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto . Arrivano a pochi minuti dai titoli di prima serata, ma appena in tempo per sconvolgere la scaletta dei telegiornali: sono le dimissioni del presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, travolta a meno di metà mandato dallo scandalo fondi del suo ex capogruppo alla Regione, Franco Fiorito. L’annuncio di Polverini viene inserito in apertura da tutti i telegiornali delle 20; Sky Tg24 annulla anche i titoli dell’edizione delle 20 per rimanere in diretta sulla vicenda. Legati al tema delle “spese pazze” delle Regioni da sottolineare i titoli del Tg5 e del Tg La7 che provano a fare un quadro degli enormi costi della politica.
Se le dichiarazioni di Mario Monti su crescita e ddl anti-corruzione trovano spazio solo nei titoli di Tg1 e Tg5 , il botta e risposta tra Sergio Marchionne e Diego Della Valle è presente nella scaletta di tutti i telegiornali delle 20, così come il caso di Angela Celentano, la bambina scomparsa dal Monte Faito 16 anni fa. Una mail apre un nuovo capitolo e accende l’interesse dei telegiornali di prima serata, Tg La7 compreso. In dettaglio tutti i titoli dei telegiornali di lunedì sera:

Tg1 – Rai

1. Politica interna/Giustizia. Caso Lazio, pochi minuti fa la Polverini si è dimessa; Casini: “Si torni a votare”. Fiorito sentito per quattro ore a Viterbo come testimone.

2. Politica. Bagnasco: “Scandali sono inaccettabili, i politici li sottovalutano. Monti va lasciato operare. No a riconoscimento unioni di fatto”.

3. Politica interna. Monti: “2013 sarà anno di crescita. Ddl corruzione: inerzia di alcuni non è scusabile. Fiat, mai parlato di aiuti”. Domani il premier a New York.

4. Economia. Marchionne: “Fiat sana e in ottima forma”. Botta e risposta con Diego Della Valle. Domani i ministri Fornero e Passera incontrano i sindacati.

5. Cronaca interna. Nel brindisino Tir forza passaggio a livello e si scontra con il treno Freccia Argento: muore il macchinista. Arrestato il camionista.

6. Cronaca. Mail dal Sudamerica riapre il caso della bambina scomparsa dal Monte Faito. “Sono Angela Celentano, ma non mi cercate”. Giallo dopo 16 anni.

7. Soirt/Giustizia. Il giudice sportivo dà la vittoria a tavolino alla Roma per 3-0; la partita rinviata dal prefetto di Cagliari per motivi di ordine pubblico. La società sarda ritenuta responsabile del rinvio ha tre giorni per far ricorso.

Tg5 – Mediaset

1. Politica interna/Giustizia. La Polverini si è dimessa. Poco fa l’annuncio delle sue dimissioni al termine di una giornata concitata, con voci che si rincorrevano. Casini: “La parola agli elettori”. Fiorito ai magistrati di Viterbo: “Mai emesse fatture false o gonfiate”.

2. Politica interna/Economia. Regioni e spese pazze, alla Sicilia il record per gruppi consiliari e personale, ma lo spreco più grande sono le consulenze: ci scostano circa 1 miliardo. Il cardinal Bagnasco: “La politica non sottovaluti il malaffare”.

3. Politica interna. Monti: “Il 2013 anno di crescita, anche se il motore dell’economia si avvierà lentamente. Troppa inerzia sulle misure anti-corruzione”.

4. Economia. Marchionne: “La Fiat sta bene, lo Stato rimuova le zavorre del passato. Della Valle dice che investiamo poco? Noi facciamo auto, non borse”. La replica: “Non risponda a me, ma ai suoi operai e al governo”. E domani incontro governo-sindacati.

5. Cronaca interna. Un Eurostar investe un camion tra le sbarre di un passaggio a livello nei pressi di Brindisi: morto il macchinista, quattro feriti. Arrestato l’autista del Tir.

6. Cronaca. Una ragazza, che dice di essere Angela Celentano, scrive alla famiglia della bimba scomparsa 16 anni fa: “Sono in Messico, non mi cercate”.

7. Sport/Giustizia. Il Cagliari paga con la sconfitta 0-3 a favore dei giallorossi il rinvio della partita con la Roma.

8. Televisione. Dopo il Tg5 torna Striscia la notizia , sottotitolo: ‘La voce dell’insolvenza’. Al timone Ezio Greggio e Michelle Hunziker con le nuove veline, Alessia e Giulia.

Tg La7 – Telecom Italia Media

1. Politica interna. La Regione Lazio travolta dallo scandalo: Renata Polverini si è dimessa 10 minuti fa; si erano già dimessi i consiglieri dei partiti di opposizione e alle sette di sera Casini aveva annunciato che il suo gruppo si sarebbe ritirato dalla maggioranza. La decisione di Renata Polverini maturata dopo un faccia a faccia con Alfano: “La misura è colma”. E ora Alfano e Alemanno parlano di azzeramento del centrosinistra (centrodestra, ndr ).

2. Giustizia. Fiorito, l’ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio, indagato a Roma per peculato, è stato sentito a Viterbo per la vicenda delle ricevute false. Alla fine il procuratore parla di molte fatture fasulle liquidate dal gruppo Pdl; Fiorito, davanti ai giudici e alle telecamere, continua a chiamare in causa le responsabilità dei dirigenti laziali del suo partito. Il pm di Roma al lavoro per quantificare i soldi sperperati.

3. Politica interna/Economia. Ecco il meraviglioso mondo – si fa per dire – delle Regioni, dove girano case, auto, mobili di lusso, dove un museo può costare 400 volte più di quanto incassi, dove un presidente di Consiglio regionale ha una segreteria più affollata di quella di Barack Obama, e dove naturalmente si può facilmente guadagnare fino a 17 mila euro al mese, molto più del Segretario generale delle Nazioni Unite.

4. Economia. Marchionne dice che la Fiat rimarrà in Italia, investirà in Italia, “ma il governo deve eliminare le zavorre del passato”. Il braccio di ferro con l’esecutivo non è finito e non è finito neppure lo scambio di battute con Della Valle, che dice: “Prendono in giro, vogliono andarsene”. Replica Marchionne: “Non rompa, i suoi investimenti in ricerca valgono quanto un nostro parafango”. La replica: “Risponda agli operai, non a me”.

5. Politica interna. Il nostro sondaggio del lunedì: abbiamo provato come la scorsa settimana a ipotizzare che si voti direttamente per il premier; ebbene Monti batterebbe, come la scorsa settimana, Bersani e Berlusconi, ma se si mette Renzi al posto di Bersani comunque prevarrebbe l’attuale premier. Per quanto riguarda i partiti: il Pd a 25,7%, il Pdl a 20%%, risale 5 Stelle a 14,4%.

6. Cronaca. Un’ombra che forse si materializza dal passato: dopo 16 anni una mail arriva dal Messico, è firmata Celeste, ma sarebbe Angela Celentano, la bambina scomparsa misteriosamente nel 1996 vicino a Napoli sul Monte Faito. Un giallo che ha appassionato tutta l’Italia. Nel messaggio la donna dice di essere stata adottata e si riconosce nelle foto da bambina.

Sky Tg24 – Sky Italia
LE DIMISSIONI DI RENATA POLVERINI DALLA REGIONE LAZIO CANCELLANO I TITOLI DELL’EDIZIONE DELLE 20