I titoli dei più importanti telegiornali italiani andati in onda in prima serata, un modo per farvi capire cosa è (o non è) importante per un telegiornale.

Il confronto. Stesse notizie ma gerarchia diverse per i principali tg italiani. Tg1 e Tg5 aprono sul ricalcolo del pil 2011 con l'inserimento delle attività illegali, Tg La7 sceglie le polemiche sulla riforma della Giustizia. In evidenza per il tg Mediaset l'ultimo scandalo rimborsi in Emilia, notizia non presente nei titoli della tv pubblica e in quelli di Mentana. Tanto sport tra Schumacher e la Nazionale sul Tg1 infine, mentre il Tg5 chiude con il lancio dell'iPhone 6.

TG1 Rai

1. Economia. Renzi: pil vicino allo zero nel 2014 non basta per ripartire. Nella legge di Stabilità nuova riduzione delle tasse sul lavoro
2. Politica. Giustizia, l'Anm contro la riforma: punitiva e frutto di compromessi. Replica il Pd: protestano per il taglio ferie.
3. Cronaca. Burundi, arrestato il killer delle tre suore italiane. Aveva il cellulare di una delle vittime. L'uomo ha confessato
4. Politica. Terrorismo, Alfano: Roma e l'Italia tra gli obiettivi di Isis. Rafforzare gli strumenti legislativi per combattere l'intolleranza
5. Cronaca. In Puglia un rapinatore punta la pistola in faccia a un pizzaiolo. Nel video la rissa e poi la fuga.
6. Sport. Michael Schumacher torna a casa nove mesi dopo l'incidente. Ma lo attendono cure lunghe e difficili
7. Sport. Esordio per l'Italia in Norvegia nelle qualificazioni europee 2016. Il ct Conte: "Non faccio miracoli da solo"

TG5 – Mediaset

1. Economia. L'Istat rifà i conti: il pil è più alto e il deficit fa meno paura. Nel calcolo entrano la ricerca scientifica e alcune attività illegali. Tagli, obiettivo risparmi per 20 miliardi in tre anni. Si parte domani, ma restano dubbi e incertezze.
2. Economia. Renzi: economia in difficoltà ma basta con la cultura del piangersi addosso. I magistrati contro la riforma della Giustizia: inefficace e punitiva. Indagato per le spese pazze in Regione, il deputato Pd Richetti si ritira dalla corsa all'Emilia-Romagna.
3. Politica. Alfano: anche l'Italia e Roma, culla della cristianità, tra gli obiettivi dell'Isis. E' una sfida senza precedenti alla sicurezza globale. Sarebbero 48 le persone passate dal nostro Paese per andare a combattere in Siria.
4. Cronaca. Arrestato in Burundi l'assassino delle tre suore italiane massacrate in una missione ai confini della capitale. L'uomo ha confessato, aveva con sé il cellulare di una delle sue vittime e le chiavi del convento
5. Cronaca. Ebola, c'è un caso sospetto nelle Marche: ricoverata in isolamento una donna nigeriana appena rientrata da un viaggio in Africa. Domani l'esito degli esami
6. Cronaca. Salvo per miracolo un pizzaiolo pugliese che aveva reagito a un tentativo di rapina. Il malvivente gli punta la pistola al volto e tira il grilletto, ma la pistola s'inceppa. Poi la fuga e l'arresto
7. Attualità. Onu, allarme effetto serra: gas e anidride carbonica a livelli record nell'ultimo anno, il più inquinato in tre decenni. Gli esperti avvertono: se non si interviene subito, conseguenze devastanti per tutto il pianeta
8. Tecnologia. Attesa mondiale per l'iPhone 6 e iWatch, gli ultimi prodotti della Apple. In corso a Cupertino l'evento seguito dai fan dei cinque continenti e presentato da Tim Cook

TG LA7 Cairo Communication

Enrico Mentana fa il punto sui principali avvenimenti di oggi: si parla di giustizia, l'Associazione nazionale magistrati si mette di traverso sulla riforma, preparata dal ministro della Giustizia, e la stronca. Dall'Emilia arriva la secchiata sul Pd: l'inchiesta sulle spese folli dell'assemblea regionale porta all'avviso di garanzia per Matteo Richetti, candidato alle primarie per la successione a Vasco Errani sulla poltrona di governatore, indagato anche l'altro candidato Stefano Bonaccini. Fa discutere l'ultimo grande provvedimento del governo, lo SbloccaItalia che non e stato ancora varato, cosa e successo e perché. E l'Istat ricalcola il Pil italiano del 2011, secondo il nuovo sistema europeo dei conti che hanno aggiunto 59 miliardi, con una crescita del 3,7%. Numeri che fanno abbassare dello 0,2% il rapporto tra deficit e Pil; ma l'Istat ha potuto conteggiare anche alcune attività illegali come il contrabbando di sigarette, la prostituzione e il traffico di droga. E altre notizie...